Under Falling Skies (2020)
Giudizio complessivo:
Autore: Uhlir Tomas
Artista: Kwanchai Moriya
Bohacek Petr
Editore: Czech Games Edition (CGE)
Iello
Cranio Creations
Numero giocatori: 1
Durata media: 30 minuti
Tipologia giocatori: Da 12 anni
Ambientazione: Astronavi Aliene vogliono invadere la Terra
Categoria: Conquista
Meccanica: Rischiare con dadi-carte-ecc.
Controllo Aree
Motore: Dadi
Logica-Ragionamento
Componenti: Visualizza la lista dei componenti
Grafica: 7
Regolamento: 7
Gradimento: 7
Fortuna: 2
Difficoltà: 3
Valutazione BGG
Voto: 7.86
Votanti: 6.171
Classifica: #198
Valutazione riviste
Ilsa: N.D.
Plato: N.D.
Spielbox: B
Win Magazine: N.D.

Descrizione

Per i “diversamente giovani” (come il sottoscritto) che tanti anni fa hanno praticato il videogame “Space Invaders” nelle sale gioco o nel loro PC è arrivato il momento delle… rimembranze: UNDER FALLING SKIES infatti è la trasposizione di quel grande successo in gioco da tavolo “in solitario”. La scatola contiene un modulo “Base” per fare pratica e quattro moduli “avanzati” con i quali è possibile effettuare anche una “campagna” completa.

Il tavolo va preparato utilizzando due plance “Base Terrestre” sulle quali vengono sovrapposte una città, quattro sezioni di “cielo” ed una Astronave Madre da cui partiranno le ondate dei caccia-bombardieri alieni. Tre appositi “marcatori” vengono posizionati sui tracciati “energia”, “ricerca” e “danni”: il primo serve a caricare l’energia necessaria a svolgere certe azioni, il secondo è indispensabile per vincere la se si raggiunge un certo livello ed il terzo tiene conto dei danni subiti (e se arriva in fondo la città viene distrutta e abbiamo perso).

Il tabellone è diviso in cinque colonne, ognuna delle quali è formata da un certo numero di caselle, con quelle della base che servono a programmare le azioni. Per prima cosa si lanciano 5 dadi “D6” (tre grigi e due bianchi) e si posizionano tutti nelle caselle” della base, uno per colonna, attivando le caselle scelte: il valore del dado indica per prima cosa di quanti spazi scende l’astronave aliena in quella colonna, poi il giocatore esegue le azioni scelte fra:

  • Sparare agli alieni;
  • Attivare le difese per rallentare il loro movimento;
  • Caricare di energia la base;
  • Aumentare il livello della ricerca;
  • Spostare lo scavatore (quest’ultimo serve esclusivamente a mettere a disposizione nuove e più potenti caselle nei piani più profondi della base).

Ogni astronave che raggiunge la città le infligge un danno: se l’indicatore raggiunge la casella più bassa o se l’Astronave Madre arriva a contatto con la Terra abbiamo perso, ma se riusciamo a raggiungere il livello più alto della “ricerca” (in cima al suo tracciato) vinciamo la partita.

Commento

Per riuscire a sconfiggere le astronavi aliene di UNDER FALLING SKIES è necessario giocare nel modo migliore i propri dadi, alternando turni in cui dobbiamo potenziare la nostra energia e7o far salire il livello della ricerca ad altri in cui dovremo assolutamente distruggere i caccia del nemico perché si avvicinano pericolosamente alla città. Il vero problema è che possiamo mettere un solo dado per ognuna delle cinque colonne, e così molto spesso un’azione urgente impedisce di eseguirne un’altra.

Una delle priorità iniziali, finché gli alieni sono lontani dalla superficie terrestre, è quella di fare avanzare il più velocemente possibile lo “scavatore” per liberare le caselle più potenti nella parte bassa della base, ma questa azione (se eseguita con numeri di dado elevati) fa scendere in fretta anche le astronavi, quindi ad ogni turno bisognerebbe scegliere una colonna diversa.

Se i valori ottenuti non vi piacciono troppo approfittate della regola che vi permette di rilanciare i dadi dopo averne posizionato uno bianco e… incrociate le dita sperando che escano numeri più adatti. Molte caselle della base chiedono 1-2 unità di “Energia” per essere attivate, quindi cercate di mantenere al livello 3-4 la vostra riserva per non rischiare di essere “invasi” troppo presto.

Fate il possibile per avanzare ad ogni turno sul tracciato della “ricerca”, cosa che diventa più semplice dopo avere scoperto le caselle più potenti della base e preparatevi per tempo a superare gli avanzamenti più pesanti (per esempio quelli da “6” punti) che richiedono quasi sempre almeno due dadi in una sola casella… o una fortuna incredibile nel lancio dei dadi (ma vi consigliamo di non sperarci troppo). 

I cannoni della prima fila sembrano poca cosa, ma spesso possono salvarvi la giornata, per esempio impedendo ad un’astronave, con un “1” al dado, di uscire dalla “Madre”, oppure facendone arrivare un’altra esattamente su una esplosione, ecc. L’importante è evitare a tutti i costi che un nemico si fermi sulle caselle che fanno abbassare la “Madre” di una riga per non trovarcela all’improvviso… in casa: essa infatti avanza già automaticamente di una riga al termine di ogni turno (come nel videogame) e darle ulteriori “spinte” verso il basso è molto pericoloso.

Trovi una descrizione più approfondita su balenaludens.it

Quando ero molto giovane iniziarono a diffondersi i videogames anche sui computer di casa ed i miei preferiti furono senza alcun dubbio Tetris e Space Invaders. Li giocai per molto tempo finché non mi resi conto che, invece di continuare a divertirmi, mi sentivo sempre più “frustrato” dal fatto che era impossibile venirne a capo: ogni nuova “schermata” era infatti più complicata della precedente ed alla fine… era sempre il gioco a vincere. E così abbandonai per sempre i videogiochi e da allora non ne ho più praticati.

Quando mi è arrivato Under Falling Skies (gioco da tavolo in solitario localizzato da Cranio Creations) ed ho potuto leggerne il regolamento il… passato è ritornato prepotentemente: Tomas Uhlir (l’autore ceco del gioco da tavolo) e la CGE hanno saputo farne un’ottima trasposizione e persino io, incredibile ma vero, finalmente ho potuto vincere qualche scontro con gli alieni (ma solo al livello più facile, ahimè).

Continua a leggere su balenaludens.it

Articoli su riviste:

Rivista Numero Anno Titolo articolo Pagina Autore Tipo articolo
Spielbox 2020/7 2021 Neither bad rolls nor administrative overhead 8 Ruscher Gerald Recensione dettagliata
Balena Ludens 2021-12 2021 Riusciremo a respingere l'invasione aliena sulla terra? 27 Cremona Pietro (Leggi) Recensione dettagliata

Commenti degli utenti


Si precisa che tutti i nomi di Ditte o Prodotti che vengono esposti in questo sito sono di proprietà delle rispettive aziende ed il fatto che vengano qui citati non intende infrangere alcun diritto dei detentori né violare alcun copyright.
Chiunque ritenesse di vantare dei diritti di immagine o di copyright e volesse farli valere è pregato di contattarci perché si possa provvedere alla rimozione dei documenti indicati.