Viticulture Essential Edition (2015)
Giudizio complessivo:
Grafica: 7
Regolamento: 7
Gradimento: 7
Fortuna: 2
Difficoltà: 4
Valutazione BBG
Voto: 8.16
Votanti: 7.284
Classifica: #28
Valutazione riviste
Ilsa: N.D.
Plato: A
Spielbox: N.D.
Win Magazine: B

Descrizione

VITICULTURE è basicamente un gioco di "piazzamento lavoratori" guidato dalle carte. Ci sono quattro mazzi di carte: vitigni, ordini di vino, aiutanti estivi ed aiutanti autunnali. Gli ultimi due mazzi servono ad ottenere dei bonus, a volte un po' squilibrati, nel corso della partita, mentre gli altri due sono il vero cuore del gioco. Ad ogni turno il "primo giocatore" ha la possibilità di scegliere in che ordine giocare: piazza dunque il suo segnalino in una delle 7 postazioni previste a questo scopo e guadagna il bonus indicato (una carta, una moneta, un lavoratore extra, ecc.): solo il primo posto non dà alcun bonus (ma permette di scegliere le azioni in anticipo e senza concorrenti). Poi il turno si divide in due parti, estate ed autunno, ed in ognuna delle due ci sono 6 azioni disponibili. In estate è possibile guadagnare dei soldi, prendere carte "vitigno", piantare i vitigni nel campo, vendere/acquistare uva o campi, costruire un edificio o giocare carte aiutanti estivi. In inverno è possibile raccogliere l'uva dalle vigne, trasformare l'uva in vino, prendere nuovi contratti, vendere il vino (in base ai contratti ottenuti), ingaggiare nuovi lavoratori o giocare carte assitenti autunnali. Il primo che posa un lavoratore su un'azione riceve anche un bonus extra: quando tutte le caselle di un'azione sono state coperte (1-2-3 a seconda dei partecipanti) essa non potrà più essere eseguita. I giocatori partono tutti con due lavoratori normali ed un "capo", il quale può essere giocato anche su azioni già piene. I lavoratori giocati in estate non saranno disponibili in autunno, quindi ogni giocatore deve programmare un po' le sue azioni e sperare che non vengano occupate prima dagli avversari. Quando un contratto viene onorato il giocatore riceve dei Punti Vittoria (PV) che dipendono dalla "qualità" del vino richiesto: altri punti possono essre guadagnati con i bonus delle azioni o delle carte aiutanti. Appena un giocatore arriva a 20 PV si termina il turno in corso e si proclama vincitore chi ha il totale finale più alto.    

Articolo su balenaludens.it

Viticulture Essential è maturato nel tempo proprio come fa il mosto nella botte: il gioco “Viticulture” fu inizialmente pubblicato nel 2013 dagli americani della Stonemaier (dal nome dei due autori e soci, Alan STONE e Lamey StegMAIER) e può essere considerato uno dei primi grandi “casi di successo” di Kickstarter anche se, fra i tanti consensi, emersero anche alcune critiche. Viticulture mostrava gran parte dei difetti tipici dei giochi proposti da aziende esordienti tramite Crowdfinding (per approfondimenti leggi questo articolo): si lamentavano soprattutto lacune al regolamento ed una gestione un po’ troppo semplicistica di alcune parti del gioco. Così l’anno successivo i due soci dettero alle stampe l’espansione “Tuscany” che, oltre a sistemare definitivamente i punti “oscuri” del gioco base, aggiunse una lunga serie di mini-espansioni e miglioramenti da inserire a piacimento. Nel 2105 Stonemaier decise di ristampare Viticulture includendo una parte delle novità di Tuscany sotto il nome di “Viticulture Essential”. Successivamente pubblicò anche la versione riveduta e corretta dell’espansione: “Tuscany Essential”.

Continua a leggere su balenaludens.it

Articoli su riviste:

Rivista Numero Anno Titolo articolo Pagina Autore Tipo articolo
WIN The Game Journal 500 2016 Wonderful wine color theory and wheater changes 6 Schatzl Harald Recensione dettagliata
Plato 93 2017 Vendanges tardives 32 Bord Benjamin Recensione dettagliata

Commento

Per vincere a VITICULTURE bisogna coordinare al meglio le proprie azioni, tenendo comunque d'occhio gli avversari ed avendo sempre un piano "B" se le azioni previste non sono disponibili. Innanzitutto avere 1-2 contratti in mano significa poter programmare fin da subito il tipo e la quantità di vino necessari per onorarli. Quindi bisogna pescare un po' di carte vitigno per piantarle nei tre campi disponibili: ogni vitigno indica se il prodotto sarà vino rosso o bianco e la sua qualità si misura in punti vino. La somma dei punti vino rossi e di quelli bianchi presenti in ogni singolo campo verrà usata in autunno con l'azione "raccolto" per trasformarli in punti "mosto": con l'azione "pestare il vino" i punti mosto si trasformano in vino e vengono messi in cantina. Quando il totale di vino rosso e/o bianco corrisponde alla richiesta di un contratto si può usare l'azione "vendere" per ottenere punti vittoria ed un bonus perenne in monete. Non tutti i vitigni possono essere piantati liberamente: alcuni di essi necessitano infatti di un filare protetto ed altri di un sistema di irrigazione. Entrambi possono essere acquistati con l'azione "costruzione", insieme ad altri edifici: il cottage che permette di pescare una carta "aiutante" in autunno, le cantine media e grande che permettono di immagazzinare maggiori quantità di vino, il mulino che assegna 1 PV ogni volta che si pianta un vitigno, ecc. Alcuni contratti prevedono del vino rosé o dello champagne: essi possono essere ottenuti nella fase di preparazione del vino utilizzando una diversa miscela di rosso e bianco. Il gioco non è particolarmente complesso e dopo un paio di partite non si ha nemmeno più la necessità di ricorrere al regolamento per chiarire qualche passaggio. L'unica cosa che un po' "stona" (ma questo è soltanto un parere personale) è l'uso delle carte aiutanti: esse infatti hanno "peso" e valore ben diversi per cui la fortuna potrebbe aiutare notevolmente un giocatore che riesce a fare un "filotto" favorevole. In complesso comunque un buon gioco che sfrutta al meglio meccaniche collaudate per proprre qualcosa di nuovo e divertente.

Commenti degli utenti


Si precisa che tutti i nomi di Ditte o Prodotti che vengono esposti in questo sito sono di proprietà delle rispettive aziende ed il fatto che vengano qui citati non intende infrangere alcun diritto dei detentori né violare alcun copyright.
Chiunque ritenesse di vantare dei diritti di immagine o di copyright e volesse farli valere è pregato di contattarci perché si possa provvedere alla rimozione dei documenti indicati.