Tiletum (2022)
Giudizio complessivo:
Autore: Tascini Daniele
Luciani Simone
Artista: De Michele Giorgio
Umgelter Zbigniew
Editore: Board&Dice
GiochiX.it
Numero giocatori: 1 - 4
Durata media: 120 minuti
Tipologia giocatori: Da 14 anni
Ambientazione: CReare centri commerciali e costruire cattedrali nell'Europa Rinascimentale
Categoria: Sviluppo-Ampliamento
Economia-Industria-Commercio
Meccanica: Posare tessere-pedine-ecc.
Controllo Aree
Motore: Dadi
Tessere
Componenti: Visualizza la lista dei componenti
Materiale Utile
Tipo Descrizione Scarica
Sequenza di Gioco e Azioni Sequenza e Azioni (A 069) Scarica il file
Grafica: 8
Regolamento: 8
Gradimento: 8
Fortuna: 1
Difficoltà: 4
Valutazione BGG
Voto: 7.96
Votanti: 4.214
Classifica: #332
Valutazione riviste
Ilsa: A
Plato: N.D.
Spielbox: C
Win Magazine: N.D.

Descrizione

TILETUM è ambientato nell’Europa Rinascimentale e mette i giocatori nei panni di Commercianti ed Architetti: i primi devono aprire dei depositi nelle varie località della mappa, mentre i secondi provvedono a costruire le cattedrali delle più importanti città. Il cuore del sistema sta nella “Ruota delle Azioni” sulla quale verranno posizionati dei dadi colorati all’inizio di ognuno dei quattro round della partita.

A turno i giocatori scelgono un dado, incassando un ugual numero di risorse di quel colore (cibo, lana, pietra, ferro e oro) ed hanno a disposizione dei Punti Azione (PA) in quantità variabile da 1 a 6 (la somma del valore del dado e dei PA è sempre uguale a “7” in ogni casella). Con queste azioni muovono il loro mercante (posizionando delle casette nelle varie località) oppure il loro architetto (mettendo delle “colonne” nelle città dove verranno costruite le cattedrali).

In alternativa possono acquisire dei contratti commerciali (per fare dei Punti Vittoria supplementari se vengono soddisfatte le condizion indicate e per liberare altri segnalini “colonna”), assumere dei personaggi (da inserire sulla propria plancia riempiendo fino a sei edifici e sbloccando ulteriori “casette”), o anche avanzare nella considerazione del Re (muovendo il loro segnalino su un apposito tracciato). La sesta casella della Ruota delle Azioni è un “jolly” ed il giocatore che prende un dado qui lo può usare per fare una qualsiasi delle altre cinque.

Alla fine di ogni round si può partecipare ad una “fiera” (le località ed i bonus sono estratti a sorte ad inizio partita). Come azioni complementari sarà possibile costruire le cattedrali (pagando pietre), aggiungere uno stemma alle proprie famiglie nobili (pagando risorse “Cibo”), soddisfare dei contratti (con lana e ferro), spendere oro per acquistare risorse supplementari o trasformare il valore di un dado, scartare tessere acquisite per incassare i bonus indicati.

Al termine del quarto round la partita finisce e vengono aggiunti alcuni PV extra al totale già acquisito: il valore delle tessere cattedrale raccolte, un bonus ottenuto moltiplicando il numero delle colonne sulla mappa per quello delle casette, scambiando le risorse rimaste con PV (4 risorse per punto). Chi ottiene il totale più alto vince la partita.

Commento

Nonostante si tratti di un gioco per esperti, TILETUM non è difficile da imparare, soprattutto perché le azioni hanno tutte una loro logica ed è possibile iniziare a programmarle per tempo per non lasciare nulla al caso: tuttavia non sempre saranno disponibili i dadi nella casella giusta e quindi bisognerà intervenire spostandone altri (e pagando 2 monete per modificare di uno il valore del punteggio) oppure facendo azioni diverse.

In generale è buona norma accaparrarsi fin dall’inizio un po’ di pietre extra e poi sfruttare l’architetto per costruire delle cattedrali: in questo modo si ottengono subito dei PV per la costruzione e si prende anche una tessera “Cattedrale” di quella località che darà ulteriori PV. Se i punti che vengono elargiti partecipando alle fiere sono interessanti conviene anche spostare rapidamente il proprio commerciante per costruire casette sia nei luoghi delle fiere (che sono noti dall’inizio) che in altre città. Per entrambe le azioni è possibile anche prendere le tessere “bonus” nelle località visitate da sfruttare appena sarà necessario.

Sulla plancia personale ci sono sei edifici (tre da 1 casella, due da 2 caselle ed uno da 3 caselle) che potranno essere “riempiti” con dei personaggi, in modo da liberare ulteriori casette per la mappa: ogni edificio può contenere solo personaggi dello stesso tipo e nessun edificio può avere personaggi uguali ad un altro. Sarà poi necessario prendere al più presto delle tessere “Blasone” per completate la “combo” (personaggi + blasone), ottenere ulteriori bonus e mettere una tessera “plusvalore” nella ruota delle azioni.

Infine ci sono i contratti che vengono acquisiti dall’apposito tracciato (ad un costo variabile da 1 a 3 PA) e che possono essere soddisfatti pagando un certo numero di risorse (lana e ferro): in questo caso si sbloccano nuove caselle e le “colonne” che le occupavano diventano disponibili per altre cattedrali mentre si acquisiscono i PV dei contratti e delle caselle su cui sono stati posati (di valore crescente dalla prima alla sesta).

In linea generale per vincere è consigliabile completare un minimo di 4 contratti, posare almeno 4-5 colonne e casette, lavorare su 3-4 cattedrali e chiudere 3-4 edifici con i personaggi per avere la possibilità: poi a fare la differenza intervengono le “Fiere” che cambiano ad ogni partita perché, a parte Tiletum, le città vengono prese a caso ogni volta, così come le quattro tessere “bonus fiera” da piazzare sul tabellone.

Trovi una descrizione più approfondita su balenaludens.it

Tielt ed è una cittadina belga delle Fiandre occidentali (ad ovest di Bruxelles), situata a pochi chilometri da Gand e dalla frontiera con la Francia: pare sia stata fondata fra il V° e il IX° secolo dopo Cristo, ma prese il nome latino di Tiletum solo attorno al 1100. Dal 1275 ricevette l’autorizzazione ad organizzare un mercato annuale e probabilmente Tascini ed Luciani (i due autori del gioco) si sono ispirati proprio a questa “licenza”, mettendola al centro del loro nuovo gioco (e così hanno anche potuto mantenere il tipico “vezzo tasciniano” di dargli un titolo che inizia con una “T”).

L’editore di Tiletum è la ditta polacca Board & Dice, ma in Italia il gioco è stato localizzato e distribuito da Giochix.it: Esso è indirizzato soprattutto a giocatori assidui o esperti (da 14 anni in su) pronti a trascorrere (piacevolmente) 90-120 minuti al tavolo per creare depositi commerciali, partecipare alla costruzione delle più famose cattedrali europee, costruire palazzi nelle città da assegnare alla nobiltà locale, ecc.

Continua a leggere su balenaludens.it

Articoli su riviste:

Rivista Numero Anno Titolo articolo Pagina Autore Tipo articolo
Balena Ludens 2023-01/03 2023 Commerciare e costruire cattedrali nell'Europa Medievale 03-06 Cremona Pietro (Leggi) Recensione dettagliata
Io Gioco 29 2023 Mercanti in Fiera fra dadi e risorse 78 Cambiaghi Fabio Recensione dettagliata
ILSA Magazine 66 2023 Sotto la lente 20 Bricchi Michele Recensione dettagliata
Spielbox 2023/4 2023 Hop... onboard the small wooden wagon 12 Schlewinski Christoph Recensione dettagliata

Commenti degli utenti


Si precisa che tutti i nomi di Ditte o Prodotti che vengono esposti in questo sito sono di proprietà delle rispettive aziende ed il fatto che vengano qui citati non intende infrangere alcun diritto dei detentori né violare alcun copyright.
Chiunque ritenesse di vantare dei diritti di immagine o di copyright e volesse farli valere è pregato di contattarci perché si possa provvedere alla rimozione dei documenti indicati.