Teotihuacan: City of Gold (2018)
Giudizio complessivo:
Autore: Tascini Daniele
Turczi David
Artista: Stamoglou Odysseas
Editore: NSKN Legendary Games
GiochiX.it
Numero giocatori: 1 - 4
Durata media: 150 minuti
Tipologia giocatori: Giocatori esperti:
Categoria:
Meccanica:
Motore:
Componenti: Visualizza la lista dei componenti
Grafica: 7
Regolamento: 8
Gradimento: 8
Fortuna: 1
Difficoltà: 5
Valutazione BBG
Voto: 8.04
Votanti: 3.305
Classifica: #147
Valutazione riviste
Ilsa: N.D.
Plato: A
Spielbox: N.D.
Win Magazine: C

Descrizione

TEOTIHUACAN è quello che possiamo definire un vero “German” per giocatori esperti: non che le regole siano particolarmente ostiche da capire, spiegare ed applicare, ma solo perché le opzioni offerte sono talmente tante che a volte non è facile fare una scelta. Ma partiamo dall’inizio!

Il tabellone è composto da due “sezioni” ben distinte: una serie di 8 caselle “Azioni” disposte in un anello esterno (e reminiscenti della famosa “Roundel” di Mac Gerdts) e quattro aree centrali: zona templi, piramide, sentiero dei morti e tracciato calendario.

Il set-up del gioco normale (ma l’autore, l’italiano Daniele Tascini, consiglia di fare la prima partita con il tabellone standard) è un tantino elaborato perché bisogna piazzare sul tabellone varie tessere e segnalini di legno.

I giocatori hanno in dotazione quattro “lavoratori” (dei normali dadi D6 di plastica colorata), 12 dischetti di legno colorato ed un segnalino identificativo: piazzano 6 dischetti sul tabellone (nei tre templi, nella piramide, sul Sentiero dei Morti e sul tracciato dei Punti Vittoria) e i dadi nelle apposite case azione (come indicato dalle regole).

Nel suo turno il giocatore può:

  • (A) – Sbloccare gratuitamente tutti i suoi lavoratori nelle caselle bloccanti
  • (B) – Eseguire un turno normalmente.

Un turno normale permette di scegliere una delle seguenti azioni:

  • 1 – scegliere uno dei suoi dadi e muoverlo, in senso orario, di 1-3 tessere azione. Se il giocatore non ha neppure un lavoratore “sbloccato” può liberarli prima di muovere, pagando 3 cacao (la moneta locale);
  • 2 – eseguire l’azione “raccogliere cacao” e prendere tanti gettoni cacao quanti erano i lavoratori di colore diverso presenti sulla tessera al suo arrivo.
  • 3 – e seguire l’azione “culto” della plancia di arrivo usando l’abilità della tessera presente, “bloccando” però il dado sull’apposita casella. Pagando 1 cacao si possono eseguire sia l’azione 2 che la 3.
  • 4 – eseguire l’azione principale relativa a quella località, pagando però un numero di gettoni cacao pari al numero di colori diversi (compreso il suo se aveva già un dado in quel posto).

Dopo aver eseguito l’azione il “lavoratore” utilizzato deve invecchiare di un “passo”: si gira dunque il dado per mostrare il valore successivo.

Ovviamente avere 2-3 lavoratori (anziché uno solo) nello stesso spazio permette di eseguire delle azioni più potenti e di incassare molte risorse in più. Con queste risorse sarà possibile, per esempio, aggiungere un blocco alla costruzione della Piramide, oppure aggiungere una casetta (cappella privata?) al cimitero, oppure decorare la piramide in costruzione con dei motivi ornamentali, avanzare su uno o più dei tre templi, ecc. Il tutto con lo scopo di guadagnare il maggior numero di PV. 

Quando un dado raggiunge la cifra “6” dopo aver eseguito un’azione … ascende (muore) e viene tolto dalla casella azione per “rinascere” nella casella “Palazzo” ripartendo dal valore “1”. L’ascensione, insieme ad altre azioni durante il gioco, fa spostare la pedina del “sole” di una casella sul tracciato del calendario.

Quando la pedina (bianca) raggiunge lo spazio in cui si trova la seconda (nera) avviene un’eclissi, fase in cui si effettua un conteggio parziale, considerando la posizione sul tracciato della Piramide, il sentiero dei Morti ed il numero delle “maschere” acquisite fino a quel momento. Poi si riparte per il turno successivo

La partita finisce con la terza eclissi: al solito calcolo dei PV si aggiungono quelli dei templi e chi ha il totale più alto vince. 

Commento

Quando si parte per la prima partita a TEOTIHUACAN si resta davvero un po’ perplessi e ci si muove … a tentoni sul tabellone, cercando di capire quali sono le azioni più importanti. Poi ci si rende conto che tutto è interessante, ma che costruire la Piramide e salire su almeno un paio di Templi è molto più fruttuoso.

Vediamo dunque le caselle periferiche, sapendo che in tutte le caselle si può raccogliere cacao in base al numero di colori già esistenti oppure si paga cacao per avere il diritto di eseguire le azioni corrispondenti e poi si devono fare invecchiare 1 o 2 lavoratori in base a quanto indicato nella casella:

  • 1 – Palazzo: ci sono solo tre tessere “Reali” (azione Culto) ognuna delle quali ha un diverso bonus;
  • 2 – Cava di Pietra: c’è una tabella dove si incrociano il numero di dadi del giocatore con il valore più basso pe ottenere il numero di segnalini “pietra” guadagnati. L’azione “Culto” fa avanzare sul tempio verde e/o raccogliere una tessera “Scoperta”;
  • 3 – Alchimia: ci sono due righe (la prima se si ha un solo lavoratore, la seconda con due o più), ognuna delle quali dà diritto a comprare una tecnologia al costo in oro indicato. Non c’è azione “Culto”;
  • 4 - Foresta: come la Cava, ma si prendono segnalini “legno” e/o si sale sul tempio rosso;
  • 5 – Costruzione Piramide: si possono prendere tanti tasselli “Piramide” quanti sono i lavoratori presenti, per poi posizionandoli sulla piramide in costruzione, pagando una quantità di legno e pietre diversa per ogni livello e guadagnando PV ed avanzamenti sui vari templi se si usano le icone giuste. Infine il segnalino avanza sul tracciato Piramide;
  • 6 – Decorazione Piramide: pagando 3 oro si può prendere un tassello “decorazione” da posare sulla piramide in costruzione, guadagnando PV e avanzamenti sui templi
  • 7 – Nobili e Sentiero dei Morti: pagando 2 legni si acquista un edificio (casette bianche sotto al Sentiero dei Morti) e con un lavoratore si posiziona sulla casella più a sinistra del tracciato in alto, incassando i PV relativi. Con due lavoratori si mette nel tracciato al centro e con tre in quello in basso (più ricco);
  • 8 – Deposito dell’Oro: Come la Cava, ma si prendono segnalini “oro” e/o si sale sul tempio blu;

Il gioco, come si vede, concettualmente non è poi così complesso, ma ci sono tantissime opzioni e regolette da memorizzare, cosa che sarà possibile dopo 2-3 partite di prova.

Trovi una descrizione più approfondita su balenaludens.it

Teotihuacan: Città degli Dei è una delle ultime novità proposte da Giochix: un gioco di piazzamento per 1-4 giocatori firmato da Daniele Tascini (Tzolk’in, I Viaggi di Marco Polo), consigliato dai 12 anni in su. Nonostante l’impegno profuso, il recensore ha avuto (ha) notevoli problemi a ricordare il nome del gioco, che ha già storpiato in tutti i modi possibili, attirando le ire di divinità precolombiane dimenticate: per farsi perdonare non dimenticherà dunque di spiegare che Teotihuacan è uno dei siti archeologici precolombiani più importanti. Situata a circa 40 chilometri da Città del Messico, la località è nota per le caratteristiche piramidi e il “Viale dei Morti”, elementi che come vedremo sono presenti anche nel gioco di cui vi raccontiamo. Per i curiosi, maggiori informazioni e foto qui.

L’ambientazione è abbastanza simile a quella del già citato Tzolk’in, circostanza che non poteva non far sorgere il dubbio che si tratti di una nuova versione magari “aggiornata” dello stesso gioco. Diremo quindi subito che i due giochi sono invero abbastanza diversi, salvo appartenere allo stesso genere (“german” di piazzamento di peso medio, con qualche elemento di “set collection”). Dato l’enorme successo di cui ha goduto Tzolk’in, saldamente in top 100 su BGG da anni e vincitore di numerosi premi, le aspettative degli appassionati su questo nuovo gioco sono state molto alte: scopriamo insieme se sono state soddisfatte o deluse.

Continua a leggere su balenaludens.it

Articoli su riviste:

Rivista Numero Anno Titolo articolo Pagina Autore Tipo articolo
WIN The Game Journal 525-26 2019 Where mortal dice cooperate 4 Wawra Markus Recensione dettagliata
Plato 117 2019 Mexico, mexiiiiiiicocoooooo! 28 Unt' Margaria Recensione dettagliata
Io Gioco 08 2018 Costruire fino a raggiungere le divinità 74 Di Marco Mauro Recensione dettagliata

Commenti degli utenti


Si precisa che tutti i nomi di Ditte o Prodotti che vengono esposti in questo sito sono di proprietà delle rispettive aziende ed il fatto che vengano qui citati non intende infrangere alcun diritto dei detentori né violare alcun copyright.
Chiunque ritenesse di vantare dei diritti di immagine o di copyright e volesse farli valere è pregato di contattarci perché si possa provvedere alla rimozione dei documenti indicati.