Shinkansen: Zero Kei (2021)
Giudizio complessivo:
Scatola

Questo gioco non fa parte della mia collezione, ma è elencato in questo sito perché è stato comunque provato o citato in riviste e libri già inseriti

Autore: Cendrero Israel (Isra C.)
Santos Sheila (Shei S.)
Artista:
Editore: Ludonova
Numero giocatori: 1 - 4
Durata media: 60 minuti
Tipologia giocatori: Da 12 anni
Ambientazione: Costruire uan linea ferroviaria e le sue stazioni per le olimpiadi in GIappone.
Categoria: Sviluppo-Ampliamento
Economia-Industria-Commercio
Meccanica: Combinazioni-Allineamenti
Controllo Aree
Motore: Carte
Componenti: Visualizza la lista dei componenti
Grafica: 7
Regolamento: 7
Gradimento: 7
Fortuna: 1
Difficoltà: 3
Valutazione BGG
Voto: 7.27
Votanti: 481
Classifica: #3326
Valutazione riviste
Ilsa: N.D.
Plato: N.D.
Spielbox: N.D.
Win Magazine: N.D.

Descrizione

Ci sono parecchi giochi ferroviari sul mercato, ma SHINKASNSEN: ZERO KEI è decisamente diverso dagli altri: qui infatti invece di costruire delle linee ferroviarie su cui poi fare girare i propri treni si… costruiscono i treni e si usano le azioni da essi offerte. Ad inizio partita il tabellone viene equipaggiato con 5 carte “Turno”, una serie di piccole tessere “binario in costruzione” (posati sulle 12 stazioni della “futura” linea ad alta velocità) e tre segnalini “treno” (bianco, nero e dorato) da posizionare all’inizio di uno speciale tracciato.

I giocatori ricevono una carta “Coda del treno” e un numero di yen determinato proprio dalle 5 carte “Turno”: poi, in ordine, scelgono una delle carte “Testa del treno” che daranno loro un’azione specifica (posare un binario, costruire una stazione, installare un braciere olimpico, ecc.) ma che potrà essere utilizzata da tutti i giocatori. Infine si parte scegliendo, in ordine di turno, una carta “Vagone” fra le sei esposte sul tavolo: queste vengono aggiunte in fondo ai propri treni, appena prima della “coda”, e servono a dare nuove azioni “esclusive”. 

Al suo turno ogni giocatore può eseguire un certo numero di azioni (determinato dalla carta “Turno”) con le quali cercherà di:

  • Iniziare la costruzione di un binario (prelevandolo da una città a sua scelta);
  • Completare la costruzione mettendo un binario in una città a sua scelta;
  • Costruire una stazione in una città a sua scelta;
  • Costruire un braciere olimpico in una delle tre città indicate sul tabellone;
  • Spostare un vagone da una posizione ad un’altra a scelta;
  • Incassare denaro;
  • Spostare uno dei segnalini “treno” sulla mappa;
  • Ecc.

Ogni azione può avere un costo (da pagare alla banca o al giocatore di cui si sfrutta la carta Testa del treno) e naturalmente dà un beneficio in Punti Vittoria (PV), denaro, ecc. A fine partita tutti conteggiano i propri PV e chi ottiene il totale più alto vince.

Commento

Per cercare di vincere una partita a SHINKANSEN: ZERO KEI bisogna conoscere bene il modo per fare PV e le condizioni in cui bisogna trovarsi al momento del conteggio finale: una volta scelta la propria strategia (che può essere in parte determinata dalla scelta iniziale della Locomotiva) è necessario fare di tutto per perseguirla fino in fondo.  

Bisogna tuttavia premettere che una città senza ferrovia non conta nulla, una con solo la stazione fa perdere PV, mentre una con stazione e ferrovia verrà conteggiata in diversi modi, dando punti ai giocatori che hanno una carta “vagone” con l’indicazione di quella città e in base al valore della stazione installata (in base alla posizione finale dei segnalini bianco, nero o oro sul tracciato speciale).

Se i giocatori riescono poi a costruire una sequenza di vagoni con numeri consecutivi guadagnano 3 PV per ogni città compresa nella sequenza: infine per ognuno dei sette segnalini “braciere olimpico” che non è riuscito a costruire il giocatore riceve una penalità di 3 PV.

La partita è una continua scelta delle “poche” azioni necessarie per sviluppare il proprio treno e per “coprire” con stazioni e binari le città corrispondenti ai vagoni acquistati, ricordando comunque che molte delle azioni da eseguire sono a pagamento e quindi bisogna sempre mantenere una certa “liquidità” nella propria Compagnia. Un titolo per giocatori esperti perché le numerose “alternative” che si presentano ad ogni turno richiedono un serio impegno.

Trovi una descrizione più approfondita su balenaludens.it

Shinkansen Zero-Kei in una citazione? “Eh be’ insomma, il treno è sempre il treno, eh.” – (RENATO POZZETTO – Artemio) –

…e questo non è certo un treno qualunque, ma il treno ideato nel 1954 per percorrere la linea Tokaido per le olimpiadi di Tokyo del 1964.

In questo gioco, in Italia con Tesla Games, da 1 a 4 giocatori si troveranno a sfidarsi per la costruzione della storica linea ferroviaria con l’obiettivo di dare vita al treno più veloce mai realizzato (fino a quel momento).

Continua a leggere su balenaludens.it

Articoli su riviste:

Rivista Numero Anno Titolo articolo Pagina Autore Tipo articolo
Io Gioco 24 2022 La storia del primo treno proiettile giapponese 84 Cambiaghi Fabio Recensione dettagliata

Commenti degli utenti


Si precisa che tutti i nomi di Ditte o Prodotti che vengono esposti in questo sito sono di proprietà delle rispettive aziende ed il fatto che vengano qui citati non intende infrangere alcun diritto dei detentori né violare alcun copyright.
Chiunque ritenesse di vantare dei diritti di immagine o di copyright e volesse farli valere è pregato di contattarci perché si possa provvedere alla rimozione dei documenti indicati.