Sagrada (2017)
Giudizio complessivo:
Autore: Adamescu Adrian
Andrews Daryl
Artista: Adamescu Adrian
Andrews Daryl
Wocken Peter
Editore: Cranio Creations
Floodgate Games
Numero giocatori: 1 - 4
Durata media: 45 minuti
Tipologia giocatori: Giocatori abituali
Ambientazione: Fare combinazioni di dadi per costruire vetrate colorate
Categoria: Astratto
Riflessione
Meccanica: Combinazioni-Allineamenti
Motore: Dadi
Carte
Componenti: Visualizza la lista dei componenti
Grafica: 7
Regolamento: 7
Gradimento: 6
Fortuna: 4
Difficoltà: 3
Valutazione BBG
Voto: 7.62
Votanti: 9.132
Classifica: #131
Valutazione riviste
Ilsa: C
Plato: N.D.
Spielbox: B
Win Magazine: N.D.

Descrizione

Sagrada è un gioco di combinazioni di dadi dove però non contano soltanto i risultati, ma anche i colori. Ogni giocatore riceve una plancia a forma di "vetrata di basilica" composta da due strati di cartone: nella parte superiore sono ricavate 4 x 5 = 20 finestrelle quadrate all'interno delle quali verranno pian piano posati i dadi. Fra i due strati resta lo spazio per l'inserimento di una carta con diverse combinazioni di colori e numeri: una volta fatta slittare all'interno della plancia i giocatori potranno vedere colori e numeri direttamente sotto la griglia. Al centro del tavolo vengono girate tre carte "obiettivo comune" (prese da un mazzetto apposito) e tre carte "azioni speciali" che permettono ai giocatori di intervenire sui dadi. Al set-up ognuno riceve due carte (stampate sui due lati) con diverse combinazioni di colori e numeri: bisogna scegliere una di quelle quattro facce ed inserirla all'interno della plancia: ogni carta assegna inoltre al giocatore un certo numero di "pietre" che potranno essere usate in seguito per cercare di modificare il gioco. Ognuno riceve anche una carta "obiettivo" personale, sulla quale normalmente è indicato uno dei colori dei dadi (rosso, blu, giallo, verde e viola) che servirà a fare punti vittoria extra a fine partita. Una partita dura 10 turni ed all'inizio di ogni turno il primo giocatore pesca da un sacchetto 9 dadi e li lancia: poi ne sceglie uno e lo posiziona nella sua plancia e si procede in seguito in senso orario fino all'ultimo giocatore per poi tornare indietro e prendere un secondo dado. Quello rimasto in tavola viene posizionato sul conta-turno. Al termine del 10° turno i giocatori sommando i Punti Vittoria (PV) ottenuti con il loro obiettivo personale e quelli degli obiettivi comuni. Chi ha il totale più alto vince la partita.   

Trovi una descrizione più approfondita su balenaludens.it

“La fortuna è come il vetro, così come può splendere, così può frangersi. ” – (Publilio Siro) – L’uscita di Sagrada (edito in italia da Cranio Creations) ha riportato in auge una nuova dicotomia: dopo l’eterno conflitto senza risposta tra “è meglio Agricola o Caverna?”, nel 2018 il leitmotiv è diventato “Azul o Sagrada?”. Di Azul (neo vincitore dello Spiel des Jahres) ne abbiamo parlato in una precedente recensione: dedichiamoci quindi a imparare l’arte della creazione delle più belle vetrate mai viste! Proprio come per Azul, aprendo la scatola di Sagrada sarete colpiti, al limite dello stordimento, da una marea di vivaci coloriSfidiamo chiunque a non apprezzarne il design90 dadi trasparenti in 5 colori, gettoni prestigio che simulano gocce di vetroplance personali fustellate e che possono accogliere al proprio interno una “scheda vetrata” sempre differente. Adrian Adamescu e Daryl Andrews -ideatori di Sagrada– hanno sicuramente puntato ad ammaliare i giocatori con un colpo d’occhio notevole.

Continua a leggere su balenaludens.it

Articoli su riviste:

Rivista Numero Anno Titolo articolo Pagina Autore Tipo articolo
Spielbox 2018/4 2018 Craft your own stained glass window 26 KMW (Knut Michael Wolf) Recensione dettagliata
ILSA Magazine 51 2018 Sotto la lente 19 Di Marco Mauro Recensione dettagliata

Commento

Le regole per piazzare i dadi all'interno della griglia 4x5 sono semplici: mai mettere adiacenti (ortogonalmente) due dadi con lo stesso colore o con lo stesso numero. E' permesso invece mettere un dado qualsiasi in diagonale. I giocatori cercheranno quindi di prendere ed inserire il maggior numero di dadi del colore indicato nella carta "obiettivo personale" perché ne sommeranno il valore a fine partita. Con le carte "azioni speciali" è possibile tentare di modificare una cattiva combinazione di dadi: per esempio ritirando tutti i dadi in tavola, oppure spostando un certo numero di dadi sulla propria griglia per formare combinazioni vincenti, ecc. Ogni azione speciale deve essere pagata con le pietre ricevute ad inizio partita, come indicato nella carta messa sotto la plancia: il primo ad utilizzare per la prima volta una delle azioni pagherà una sola pietra, tutti gli altri invece ne dovranno dare due. Le carte "obiettivo personale" indicano il colore di un dado ed assegnano a fine partita un numero di PV uguale al valore della somma dei dadi di quel colore inseriti nella propria griglia. Le carte "obiettivo comune" servono invece ad orientare le scelte di tutti i giocatori perché offrono combinazioni che assegnano un numero variabile di PV. Per esempio 2 PV per ogni coppia di "1+2" inserita nella griglia; 4 PV per ogni colonna della griglia che ha tutti numeri diversi; 5 PV per ogni riga delal griglia che contiene tutti numeri diversi, ecc. Si tratta di un gioco "filler" da utilizzare per riscaldare l'atmosfera prima di una partita più impegnativa o per rilassarsi un po' DOPO.

 

Commenti degli utenti


Si precisa che tutti i nomi di Ditte o Prodotti che vengono esposti in questo sito sono di proprietà delle rispettive aziende ed il fatto che vengano qui citati non intende infrangere alcun diritto dei detentori né violare alcun copyright.
Chiunque ritenesse di vantare dei diritti di immagine o di copyright e volesse farli valere è pregato di contattarci perché si possa provvedere alla rimozione dei documenti indicati.