Perdition Mouth : Abyssal Rift (2016)
Giudizio complessivo:
Autore: Multamäki Timo
Klausner Thomas
Wilson Kevin
Artista: Catrein Matthias
Kasanen Gere
Noble Jamie
Salmijarvi Juha
Ylitalo Tanja
Editore: Dragon Dawn Productions
GiochiX.it
Numero giocatori: 1 - 6
Durata media: 90 minuti
Tipologia giocatori: Giocatori abituali
Ambientazione: Esplorare castelli e segrete e sconfiggere mostri e nemici
Categoria: Esplorazione
Avventura
Meccanica: Parlare-Discutere-Inventare
Motore: Carte
Azioni specifiche
Espansioni: Perdition Mouth: Witch's Grotto
Componenti: Visualizza la lista dei componenti
Grafica: 9
Regolamento: 7
Gradimento: 6
Fortuna: 3
Difficoltà: 4
Valutazione BBG
Voto: 0
Votanti: 0
Classifica: N.D.
Valutazione riviste
Ilsa: N.D.
Plato: N.D.
Spielbox: N.D.
Win Magazine: N.D.

Descrizione

In Perdition Mouth la cosa principale è il... "tempo": gli Eroi devono arrivare il prima possibile al centro dell'abisso per prevenire l'evocazione del Demone o per sconfiggerlo, se già evocato, prima che possa fare altri danni. Quindi tutto ciò che rallenta questo percorso (scrigni del tesoro, prigionieri da liberare, ecc.) può essere fatto solo se si tratta qualcosa di veloce per cercare di avere qualche vantaggio extra (nuove armi, carte speciali, ecc.). La plancia "personale" contiene tutte le informazioni utili per l'utilizzo del personaggio: le azioni tipiche di quell'Eroe, quelle che può fare solo se si trova nella casella delle "azioni speciali" ed una colonna per la registrazione dei punti vita (PV). La Stone Destiny (questo è il nome dato alla tabella per le azioni) è divisa in 8 "spicchi" (chiamati Spokes nel testo originale) uno dei quali doppio (tiri da lontano o combattimento corpo a corpo): su ognuno di essi possono stare da 1 a 3 personaggi. All'inizio della missione i segnalini devono essere scaglionati, uno per spoke, ma in seguito potranno dunque raggrupparsi insieme o avanzare a piacere. Ad ogni turno i giocatori decidono, in base alla situazione sul campo, chi muoverà per primo e/o chi deve attaccare o proteggere gli altri. Di conseguenza il segnalino sulla Stone Destiny verrà spostato di X spokes (spendendo 1 PA per ogni spostamento) ed il personaggio potrà eseguire le azioni indicate sulla casella di arrivo: muoversi, attaccare, spostarsi più velocemente, muoversi ED attaccare, riposare, aumentare le sue difese o effettuare azioni speciali con le sue caratteristiche specifiche. Il movimento sulla Stone Destiny è sempre in senso orario. Il sistema di gioco prevede inoltre tre tipi di azione per il "nemico": muovere (questo avviene su 3 diversi spokes della Watchstone), attaccare (3 spokes) e chiamare dei rinforzi (2 spokes). Il "come procedere" viene regolamentato dal mazzo delle Response Cards dove le cifre (variabili da -1 a +5) sono però presenti in modo disuguale, con la maggioranza delle carte che mostra un "1" o un "2". Il valore medio "ponderato" è pari a "2", e non è da prendere sottogamba perché non vincere un combattimento potrebbe comportare conseguenze pericolose. Una ventina di scenari diversi permettono di giocare per ore cambiando ambientazione e nemici. E' ovviamente possibile giocare anche una "Campagna" completa concatenando gli scenari e mantenendo i bonus acquisiti in quelli precedenti.

Trovi una descrizione più approfondita su balenaludens.it

Questa recensione si basa su un prototipo che l’autore, Timo Multamaki, ci ha gentilmente consegnato a Modena, durante la manifestazione ludica “PLAY 2016” per fare dei test. Il gioco però era già stato lanciato suKickstarter ed aveva superato rapidamente la soglia minima richiesta, così, al momento in cui scrivo queste note (giugno 2016), la produzione è al lavoro per poterlo presentare e mettere in vendita ad Essen in Ottobre. Il regolamento è già nella sua versione definitiva e così pure le miniature, le tessere e tutte le tabelle. Sono ancora in corso di aggiornamento le carte e la stesura definitiva degli scenari.

Continua a leggere su balenaludens.it

Articoli su riviste:

Rivista Numero Anno Titolo articolo Pagina Autore Tipo articolo
ILSA Magazine 43 2017 Prime impressioni 40 Nini Andrea Recensione breve
ILSA Magazine 50 2018 Prime impressioni 23 Ammendola Giuseppe Recensione breve
Balena Ludens 2016-07-07 2016 Anteprima: Uno sguardo al prototipo Cremona Pietro (Leggi) Recensione dettagliata

Commento

Ovviamente ogni personaggio ha caratteristiche diverse e quindi si muoverà in modo diverso: per esempio Olazabal è un Eroe massiccio e forte, ma lento (non ha molti PA a disposizione), mentre all'opposto Simma ha 7 PA ad ogni turno e una magia piuttosto potente per proteggere i suoi amici, ma è molto vulnerabile: due colpi e ... ciao. Un gruppo ben "bilanciato" permetterà ai giocatori di avanzare nel gioco e superare gli scenari con il minimo danno cercando innanzitutto di sopravvivere. Quando tutti gli Eroi hanno effettuato la loro mossa si eseguono eventuali combattimenti confrontando la Forza d'Attacco dell'eroe con la Forza Difensiva del nemico. Gli Eroi possono aggiungere carte "Forza" al loro punteggio iniziale e, se sono adiacenti a qualche compagno, questi ultimi  possono a loro volta aumentare il valore dell'attacco aggiungendo qualcuna delle loro carte per arrivare ad un valore totale della FA che permetta di essere ragionevolmente sicuri di battere l'avversario. Si gira a questo punto una carta "Response " il cui valore (variabile da "-1" a "+5") è da sommare al valore FD: se la FA è superiore alla FD l'eroe ha colpito il nemico e gli toglie un punto vita (mettere un gettone accanto alla miniatura del nemico se questo non muore subito). Se la FA è inferiore alla FD il nemico ha schivato i colpi e non subisce danni. Se un Eroe perde il suo ultimo punto vita "defunge" ed il suo corpo viene lasciato "a giacere" in quella casella, dove potrà essere frugato dai compagni per recuperare eventuali oggetti utili. Durante l'esplorazione è possibile trovarsi davanti a porte chiuse che verranno aperte (o richiuse) spendendo un semplice punto azione; altre porte potrebbero essere chiuse a chiave e dovranno quindi essere sfondate se non si ha il tempo di cercare il nascondiglio della chiave. Anche le casse del tesoro, che sono solitamente ben protette e ben difese, si aprono solo forzando la serratura (e quindi spendendo un gran numero di punti Azione), per cui si tratta di compiti da affidare a chi del gruppo è più adatto ad eseguire un certo tipo di azione.

Commenti degli utenti


Si precisa che tutti i nomi di Ditte o Prodotti che vengono esposti in questo sito sono di proprietà delle rispettive aziende ed il fatto che vengano qui citati non intende infrangere alcun diritto dei detentori né violare alcun copyright.
Chiunque ritenesse di vantare dei diritti di immagine o di copyright e volesse farli valere è pregato di contattarci perché si possa provvedere alla rimozione dei documenti indicati.