Palazzi di Carrara (I) (2022)
Giudizio complessivo:
Autore: Kramer Wolfgang
Kiesling Michael
Artista: Vohwinkel Franz
Editore: GiochiX.it
Numero giocatori: 2 - 4
Durata media: 90 minuti
Tipologia giocatori: Da 10 anni
Ambientazione: Costruzione di Palazzi in Toscana con i Marmi di Carrara
Categoria: Sviluppo-Ampliamento
Economia-Industria-Commercio
Meccanica: Piazzamento lavoratori
Posare tessere-pedine-ecc.
Motore: Uso di risorse varie, segnalini, pezzi speciali
Monete-Banconote
Componenti: Visualizza la lista dei componenti
Grafica: 7
Regolamento: 7
Gradimento: 7
Fortuna: 1
Difficoltà: 4
Valutazione BGG
Voto: 7.49
Votanti: 516
Classifica: #3476
Valutazione riviste
Ilsa: N.D.
Plato: N.D.
Spielbox: N.D.
Win Magazine: N.D.

Descrizione

Il regolamento PALAZZI DI CARRARA (second aedizione) è stato aggiornato e presenta due livelli: il "basico", adatto a tutti, e quello "avanzato" per giocatori più esigenti. Sul tabellone vengono montate due "ruote" girevoli (ila cava del marmo) che serveono a mettere in vendita dei bocchi di marmo colorato il cui prezzo scende man mano che un giocatore sceglie questa azione e fa girare la ruota di un settore. Nel gioco avanzato sarà anche possibile acquisire decorazioni o statue se si acquistano tutte le pietre di uns ettore.

Nel suo turno un giocatore può eseguire una delle tre azioni possibili:

  • (a) acquistare blocchi di marmo;
  • (b) acquistare uno dei nove edifici sempre disponibili sul tabellone;
  • (c) effettuare una valutazione delle proprie città o dei propri edifici.

Ognuno ha a disposizione una plancia personale che mostra, nella parte bassa, i sei tipi di edificio disponibili e, nella parte alta, le sei città in gioco, il colore dei blocchi necessari per costruirvi un edificio ed i bonus che ognuna di esse elargisce quando verrà valutata, Nel gioco avanzato si usa il retro della plancia, con ulteriori piste per i punteggi:

  • a Lerici si possono usare tutti i tipi di blocchi ed il bonus è dato da 1 moneta per ogni punto edificio (PE);
  • Massa accetta tutti i blocchi con l'esclusione dei neri ed il bonus è 1 Punto Vittoria (PV) per ogni PE;
  • a Viareggio non si possono usare blocchi neri e blu e si guadagnano 2 monete per PE;
  • a Lucca si usano solo blocchi bianchi, gialli e rossi e si guadagnano 2 PV per ogni PE;
  • a Pisa solo blocchi bianchi e gialli e 3 monete per PE;
  • a Livorno infine si usano solo blocchi bianchi per ottenere 3 PV per ogni PE. 

Gli edifici hanno un prezzo (ed un valore in "punti edificio" che varia da "1" a "5") espresso in "blocchi di marmo": il giocatore scarta dalla sua riserva il relativo numero di blocchi (con un mix di colori a sua scelta, purché rispetti quelli disponibili sulla città in cui costruirà l'edificio) ed acquisisce la tessera.

Tutti hanno a disposizione 6 segnalini (8 nel gioco avanzato) con i quali potranno effettuare le valutazioni dei singoli edifici o delle singole città: nel primo caso un segnalino verrà posto sul simbolo dell'edificio (in basso nella plancia) mentre nel secondo si metterà sul nome della città e si incasseranno i relativi bonus. Nel gioco avanzato si potranno anche posare delle decorazioni nelle città che aumenteranno le "entrate" di un punto a testa.

Raggiunte le condizioni di vittoria (che cambiano fra gioco base e gioco avanzato) si fa il conteggio finale e chi ha più PV viene proclamato vincitore. Da notare che nel gioco avanzato si otterranno PV extra possedendo un certo numero di decorazioni uguali o avendo il maggior numero di statue nelle sei città.

Commento

In PALAZZI DI CARRARA il gioco si basa sull'acquisto "mirato" dei blocchi di marmo e sulla valutazione (al momento più giusto) di edifici e/o città. Si inizia mettendo 1 blocco per ogni colore nel settore "I" della ruota, dove valore di base è di 6 monete per il marmo bianco, 5 per il giallo, 4 per il rosso, 3 per il verde, 2 per il blu ed 1 per il nero.

Ogni volta che un giocatore sceglie l'azione "acquistare blocchi" può far girare di un settore la ruota (nel gioco avanzato può muore anche solo la ruota piccola delel statue) ed aggiunge nuovi blocchi (pescati a caso da un sacchetto) per averne in totale 11 disponibili. Nel settore "II" tutti i blocchi costano 1 moneta in meno (quindi i neri sono gratis"), nel settore "III" due monete in meno (anche i blu diventano gratuiti), e così via. Accumulare un certo numero di blocchi all'inizio della partita permette poi di acquistare tessere con PE più alto.

Quando si sceglie l'azione di valutazione si deve decider se farla su un "tipo" di edificio (palazzo, biblioteca, villa, ecc.) o su una città: nel primo caso bisognerà avere acquistato precedentemente edifici dello stesso tipo, che siano poi stati piazzati in città diverse o meno; nel secondo caso bisogna avere accumulato un certo numero di edifici (uguali no diversi) nella stessa città. Nel gioco avanzato si potranno anche scegliere edifici Rurali (verdi) o cittadini (rossi). In ogni caso quando si prende un segnalino dalla plancia "Reale" si ottiien un Bonus (monete, punti vittoria, statue dorate o decorazioni).

La scelta dei blocchi dovrà comunque essere mirata. Le tre città con il bonus in monete servono per poter rinnovare la scorta di denaro, mentre le altre tre danno PV vittoria immediati.

Non si vince una partita senza aver effettuato almeno un paio di valutazioni su città che danno 2 o 3 punti vittoria, ma restare senza soldi è un disastro perché non si possono acquistare nuovi edifici.

La partita termina quando un giocatore ha piazzato il suo ultimo segnalini "valutazione" oppure ha acquistato l'ultimo edificio disponibile: in entrambi i casi ottiene 5 PV. Gli altri giocatori hanno un ultimo turno da giocare poi si passa al conteggio finale aggiungendo a quelli già accumulati i punti extra per le statue (in ogni città si valutano i primi tre con statue presenti) e le decorazioni (in base al numero di quelel "uguali" accumulate).

Le condizioni cambiano se si gioca in meno di quattro. Il gioco avanzato introduce 6 tessere edificio da 8 PE, alcune tessere "famiglia di edifici" e delle carte con condizioni di vittoria più complesse in sostituzione di quelle basiche. Un buon titolo per giocatori assidui, ma con le regole avanzate diventa una sfida anche per giocatori più esperti.   

Trovi una descrizione più approfondita su balenaludens.it

Nel 2012 l’editore Hans im Gluck pubblicò il gioco “Palaces of Carrara” degli arci-noti autori tedeschi Kramer e KIesling: esso ebbe un buon successo e oggi, a distanza di 10 anni, anche in Italia viene messa in commercio la seconda edizione (per 2-4 giocatori di 12 anni o più e della durata di circa 90 minuti nella versione avanzata) grazie a giochix.it, con il titolo Palazzi di Carrara. Per chi possiede già l’edizione originale (e per tutti i curiosi) abbiamo deciso di pubblicare alla fine di questa recensione le maggiori differenze (e sono parecchie) fra le due versioni.

Avendo molto apprezzato a suo tempo il gioco originale ci siamo “buttati” quasi subito sul nuovo per capire quali e quante modifiche sono state apportate anche alle regole e desideriamo chiarire subito che questa seconda edizione ci è piaciuta decisamente più della vecchia. Vediamo perché.

Continua a leggere su balenaludens.it

Articoli su riviste:

Rivista Numero Anno Titolo articolo Pagina Autore Tipo articolo
Balena Ludens 2022-10/12 2022 Costruiamo gli edifici più prestigiosi in alcune città toscane 12-19 Cremona Pietro (Leggi) Recensione dettagliata
Io Gioco 29 2023 Cava il marmo, costruisci palazzi e riscuoti la buona ricompensa 84 Ferrarini Mauro Recensione dettagliata

Commenti degli utenti


Si precisa che tutti i nomi di Ditte o Prodotti che vengono esposti in questo sito sono di proprietà delle rispettive aziende ed il fatto che vengano qui citati non intende infrangere alcun diritto dei detentori né violare alcun copyright.
Chiunque ritenesse di vantare dei diritti di immagine o di copyright e volesse farli valere è pregato di contattarci perché si possa provvedere alla rimozione dei documenti indicati.