Mythos Tales (2016)
Giudizio complessivo:
Scatola

Questo gioco non fa parte della mia collezione, ma è elencato in questo sito perché è stato comunque provato o citato in riviste e libri già inseriti

Autore: Eccles Hal
Kenyon Will
Maxwell Jason
Uren Tim
Artista:
Editore: Magic Store (MS Edizioni)
8th Summit Games
Numero giocatori: 1 - 10
Durata media: N.D.
Tipologia giocatori: N.D.
Categoria:
Meccanica:
Motore:
Grafica: N.D.
Regolamento: N.D.
Gradimento: N.D.
Fortuna: N.D.
Difficoltà: N.D.
Valutazione BBG
Voto: 7.55
Votanti: 1.106
Classifica: #1034
Valutazione riviste
Ilsa: N.D.
Plato: N.D.
Spielbox: N.D.
Win Magazine: N.D.

Trovi una descrizione più approfondita su balenaludens.it

Del fosco universo lovecraftiano abbiamo già parlato ampiamente in questo articolo ed è sicuramente l’ambientazione letteraria più (ab)usata del mondo dei giochi da tavolo: sembra quindi la classica “quadratura del cerchio” la decisione di (ri)portare Cthulhu e compagnia bella – si fa per dire… – sulle pagine cartacee che li hanno originati. Ad onor del vero, questa sembra anche una sorta di “toppa” storica, perché proprio H. P. Lovecraft risulta essere l’unico grande assente dalle collane di libri-gioco pubblicate tra gli anni Ottanta e Novanta: ricordiamo, infatti, che Sherlock Holmes fu il protagonista di una serie di 8 librogame, insieme al celeberrimo Lupo Solitario del compianto Joe Dever, ad Asimov (chi ricorda la serie Galactic Foundation Games?) e altri ancora, ma non ci fu alcun investigatore dell’incubo e/o dei Grandi Antichi tra di essi. Mythos è quindi la naturale conseguenza di tutto questo: il sistema di gioco (sulla carte per 1-8 giocatori, ma in realtà tranquillamente allargabile anche a più partecipanti) più vicino al libro-gioco, forte dello storico successo di Sherlock Holmes Consulente Investigativo, è stato finalmente trasposto nella cupa città di Arkham degli anni Venti e ha finalmente trovato una degna pubblicazione (ricordiamo che deriva da un progetto “print and play” intitolato Arkham Investigator) anche nella nostra lingua, grazie a MS Edizioni. L’esperimento è riuscito? È proprio questo che cercheremo di comprendere nel prosieguo della nostra recensione, perché questo progetto è nato su Kickstarter e, come spesso accade nel variegato mondo del crowdfunding, è lecito nutrire un minimo di dubbio, soprattutto in termini qualitativi.

Continua a leggere su balenaludens.it

Articoli su riviste:

Rivista Numero Anno Titolo articolo Pagina Autore Tipo articolo
Io Gioco 01 2017 Recensione 77 Procacci Enrico Recensione dettagliata

Commenti degli utenti


Si precisa che tutti i nomi di Ditte o Prodotti che vengono esposti in questo sito sono di proprietà delle rispettive aziende ed il fatto che vengano qui citati non intende infrangere alcun diritto dei detentori né violare alcun copyright.
Chiunque ritenesse di vantare dei diritti di immagine o di copyright e volesse farli valere è pregato di contattarci perché si possa provvedere alla rimozione dei documenti indicati.