Mississippi Queen (2019) (2019)
Giudizio complessivo:
Autore: Hodel Werner
Artista: Weiss Fabrice
Swal Christophe
Editore: Super Meeple
GateOnGames
Numero giocatori: 2 - 4
Durata media: 60 minuti
Tipologia giocatori: Da 10 anni
Ambientazione: Trasporto mercie passeggeri sul Mississippi con battelli a vapore e a ruota
Categoria: Percorso
Meccanica: Caricare e Portare
Motore: Logica-Ragionamento
Componenti: Visualizza la lista dei componenti
Grafica: 8
Regolamento: 7
Gradimento: 7
Fortuna: 1
Difficoltà: 5
Valutazione BGG
Voto: 6.79
Votanti: 320
Classifica: N.D.
Valutazione riviste
Ilsa: N.D.
Plato: N.D.
Spielbox: N.D.
Win Magazine: N.D.

Descrizione

Nel 1997 la Gold Sieber Spiele pubblicò MISSISSIPPI QUEEN, un gioco abbastanza innovativo per quell'epoca ma ancora decisamente valido, al punto che la ditta francese SUPER MEEPLE (una ditta francese che si è specializzata nella riedizione riveduta e corretta di vecchi classici, ma con grafiche moderne)  nel 2019 ha deciso di ristamparlo per la gioia di chi ancora non aveva potuto procuraselo.

Il tavolo viene preparato con due grosse tessere sagomate con una griglia di 20 esagoni sovraimposta per regolare il movimento e la direzione dei battelli fluviali (quelle grosse chiatte dalla chiglia quasi piatta, spinte da pale di legno ed azionate da un motore a vapore, che spesso abbiamo visto nei film western). La prima tessera mostra una città portuale con 5 banchine d’attracco ed una porzione del fiume Mississippi: sulla seconda, presa a caso da una riserva di 12 pezzi, c’è un’altra sezione di fiume con alcuni isolotti, così come in tutte le altre.

La maggior parte di questi isolotti serve esclusivamente a … complicare la vita ai capitani (che sono obbligati a girarci attorno) mentre altri contengono una banchina di attracco e delle costruzioni: è qui che i battelli devono fare sosta per caricare dei passeggeri, rappresentati da miniature di plastica bianca che raffigurano delle leggiadre donzelle di fine ‘800, con tanto di ombrellino parasole.  Se gli edifici sono di colore rosso alloggeranno un solo passeggero, mentre in quelli blu saranno in attesa due donzelle.

Ogni giocatore riceve una miniatura di plastica colorata di un battello fluviale, nei cui fianchi sono stati ricavati degli alloggiamenti per due “rotelle” esagonali sulle quali sono applicati degli adesivi con i numeri da 1 a 6: gli adesivi rossi (rotella di sinistra) servono a regolare la “velocità” del battello (partendo da “1” e salendo fino a “6”, se necessario), mentre quelli neri indicano la disponibilità di carbone (e partono da “6” per scendere fino a zero, togliendo la rotella definitivamente dal battello).

Una volta definito l’ordine di turno i giocatori piazzano i loro battelli su una delle banchine del porto, decidendo la direzione iniziale: al “via” essi devono muovere i battelli modificando la velocità, se necessario, e spostandoli del numero esatto di esagoni indicato ora dalla ruota rossa: salire o scendere di un “passo” è gratis, ma se si vuole effettuare un balzo di velocità si deve consumare un carbone per ogni step supplementare: così se da “1” voglio passare subito a “3” (o viceversa) devo spendere un carbone. Ogni volta che un battello finisce il suo movimento per primo in un a nuova tessera il giocatore deve lanciare un dado speciale che indica dove posizionare una nuova presa dalla pila della riserva: dritto, a destra o a sinistra della vecchia.

Il battello ad ogni turno può cambiare una volta direzione gratuitamente (spostando la prua di un lato di esagono): se diventa necessario cambiare ancora direzione in quel turno, per esempio per evitare degli ostacoli (isolotto, banco da sabbia, tronchi galleggianti o altri battelli), è necessario spendere nuovamente 1 carbone (girando la rotella di un passo verso il basso).Da notare che la velocità impostata deve essere poi eseguita completamente e se un battello è costretto ad “arenarsi” (per esempio se non riesce a schivare un ostacolo perché andava troppo forte) perde un intero turno (per riparare i danni) e poi deve ripartire a velocità “1”.

Se un battello arriva a velocità”1” in una banchina di attracco lungo il percorso può caricare un passeggero e nel turno successivo ripartirà con le solite regole. Un battello che ha già caricato DUE passeggeri può accelerare la sua corsa per raggiungere il porto di destinazione: questo appare quando si piazza l’ultima tessera della pila (tirando il solito dado) e per giungere felicemente al traguardo il battello deve arrivare come al solito in un esagono di “banchina” a velocità “1”. Il primo ad attraccare vince la partita: naturalmente si può organizzare una serie di “corse” assegnando dei Punti Vittoria (PV) a scalare ai giocatori, secondo l’ordine di arrivo.

Commento

MISSISSIPPI QUEEN nel 1997 vinse il prestigioso premio Spiel des Jahres, e fu seguito lì'anno successivo dalla espansione “The Black Queen”: nella edizione Super Meeple l'espansione è già integrata nel gioco il quael comprtende così altre sei plance "fiume" con ostacoli diversi: i giocatori, prima di iniziare, decisdono se e quali plance opzionali sostituire a quelle originali (in base ai dei riferimenti stampati su ogni tessera). Ci si potrà quindi trovare sul cammino dei "banchi di sabbia" (che fanno arenare i battelli che ci finiscono o che sono spinti lì sopra e costringono a ripartire da "1" ed a spendere 1 punto carnone per uscire) oppure a dei "tronchi galleggianti" (che riducono di 1 PM la velocità ma che richiedono anche un PM supplementare per attraversare quell'esagono) o infine una specie di "arcipelago di isolotti" nel mezzo del fiume che costringe i battelli ad una vera e propria gimcana a bassa velocità. Esiste però anche un "deposito di carbone" che, se raggiunto da un battello col solito sistema di attracco (a velocità "1") permette di riportare la ruota del carbone a "6" e quindi garantisce un formidabile sprint finale 

Il cuore del gioco, ovviamente, resta quello della regolazione della velocità a seconda del percorso e degli obiettivi (passeggeri) cercando di non consumare troppo carbone nelle prime fasi per evitare di trovarsi a corto verso la fine quando bisogna sprintare: se infatti il carbone arriva a zero il battello non può più eseguire manovre speciali (accelerazione oltre un passo e ulteriori cambi di direzione dopo il primo gratuito) e quindi sarà costretto a muoversi molto lentamente e senza alcuna possibilità di vincere se non si trova già accanto alle banchine del porto di arrivo.

Prima di muovere dunque il giocatore deve esaminare bene le varie opzioni di percorso che ha davanti a sé: spesso, per fare un esempio, si forma una ”fila” davanti ad una banchina dove si vuole caricare un passeggero, quindi inutile accodarsi, meglio accelerare ed arrivare per primi alla prossima banchina.

E quando le cose si fanno davvero difficili e la corsa al passeggero diventa imperiosa si può sempre agire poco sportivamente, andando a spingere il battello davanti per spostarlo ed impedirgli l‘attracco, e per fare questo servono 2 Punti Movimento: con il primo si sposta il battello avversario di una casella e con il secondo si avanza nell’esagono appena liberato. Naturalmente è possibile spostare l’avversario anche più volte di seguito, consumando ogni volta 2 PM, e questo è uno dei trucchetti maggiormente usati quando il battello sta andando troppo forte (per esempio a velocità “4”) e, spingendone un altro, si riesce quindi ad avanzare solo di due caselle, avvicinandosi all’obiettivo, ma soprattutto mettendo fuori gioco l’avversario.

Altra accortezza importante: inutile arrivare al porto di destinazione con 2-4 punti di carbone ancora disponibili (se mai dovesse succedere, cosa piuttosto difficile fra giocatori esperti): meglio utilizzare questo carbone nella seconda parte del percorso più per fare cambi di rotta supplementare che per accelerare (o rallentare) troppo. Spesso la gara si decide sulle ultime due tessere del ed aggirare agevolmente un ostacolo importante potrebbe significare ottenere un vantaggio incolmabile.

Ora il gioco permette la partecipazione di 6 persone e la possibilità di giocare in DUE con 2 barconi ciascuno. Viene fornito inoltre un battello supplementare di plastica nera (Black Rose) che viene mosso dal giocatore che si trova in ultima posizione per cercare di ostacolare gli avversari. Consigliato.

Trovi una descrizione più approfondita su balenaludens.it

Edito la prima volta nel 1997Mississippi Queen vinse quell’anno lo Spiel des Jahres come miglior gioco da tavolo. Ed effettivamente si trattava di un gioco innovativo e con alcune piccole astuzie che lo resero popolare al punto da spingere la Gold Sieber a pubblicare l’anno successivo una interessante espansione (The Black Rose) indirizzata soprattutto ai giocatori più esperti.

Nel 2019 la ditta francese Super Meeple (specializzata nel pubblicare nuove edizioni rivedute e corrette di alcuni “classici” con una grafica più moderna) ha messo sul mercato la seconda edizione di questo gioco includendo in un’unica scatola i materiali della prima edizione e quelli della sua espansione. Alla fine di questa recensione ci sarà un paragrafo dedicato alla comparazione delle due edizioni, ma chi non conosce ancora il gioco è pregato di  non andare subito a leggerle: prima fatevi un’idea del gioco, ok?

Mississippi Queen è indirizzato ad un pubblico abbastanza vasto perché, modulando il numero ed il tipo di regole da adottare, può essere adatto a dei ragazzini (anche di età leggermente inferiore ai 10 anni consigliati sulla scatola) come pure a dei giocatori esperti (con tutte le regole). Possono partecipare da un minimo di due ad un massimo di sei “concorrenti” e si può fare anche intervenire un “morto” utilizzando il battello nero (Black Rose, appunto): la durata di una partita a quattro varia dai 45 ai 60 minuti, se invece si è in 5-6 aggiungete 10-15 minuti.

Continua a leggere su balenaludens.it

Articoli su riviste:

Rivista Numero Anno Titolo articolo Pagina Autore Tipo articolo
Balena Ludens 2019-10 2019 Trasporto passeggeri con battelli a vapore sul Mississippi 14 Cremona Pietro (Leggi) Recensione dettagliata
Io Gioco 12 2019 La gara fluviale più pazza del mondo 60 Franzini Ivano Recensione dettagliata

Commenti degli utenti


Si precisa che tutti i nomi di Ditte o Prodotti che vengono esposti in questo sito sono di proprietà delle rispettive aziende ed il fatto che vengano qui citati non intende infrangere alcun diritto dei detentori né violare alcun copyright.
Chiunque ritenesse di vantare dei diritti di immagine o di copyright e volesse farli valere è pregato di contattarci perché si possa provvedere alla rimozione dei documenti indicati.