Kero (2018)
Giudizio complessivo:
Autore: Hall Prospero
Artista: Pierô (Piero Lalune)
Editore: Hurrican
Oliphante
Numero giocatori: 2
Durata media: 45 minuti
Tipologia giocatori: Per tutti
Ambientazione: Esplorare e conquistare nuovi territori in un futuro non troppo lontano
Categoria: Esplorazione
Conquista
Meccanica: Combinazioni-Allineamenti
Posare tessere-pedine-ecc.
Motore: Dadi
Uso di risorse varie, segnalini, pezzi speciali
Componenti: Visualizza la lista dei componenti
Grafica: 8
Regolamento: 7
Gradimento: 6
Fortuna: 4
Difficoltà: 3
Valutazione BBG
Voto: 7.34
Votanti: 192
Classifica: N.D.
Valutazione riviste
Ilsa: N.D.
Plato: C
Spielbox: N.D.
Win Magazine: N.D.

Descrizione

Aprendo la scatola di KERO si resta subito colpiti dai due grossi camion cisterna di plastica che, al posto della botte, contengono una clessidra da 60 secondi: sono proprio loro i protagonisti di questo gioco perché, in un futuro abbstanza prossimo, essi rappresentano la possibilità di esplorare nuovi territori ... finché non restano a secco di  carburante (il kerosene, da cui il titolo) e devono quindi cercare di rifornirsi rapidamente. Queste miniature ovviamente, oltre a stimolare la curiosità, fanno subito venire voglia di iniziare una partita per vederle all'opera. I due avversari prendono dunque ciascuno un camion, sette dischetti di legno dello stesso colore (gli "Esploratori"), due taniche di kerosene e due gettoni "Tuareg". Sul tabellone vengono girate sei carte e tre tessere territorio, poi si posizionano i restanti gettoni "Tuareg" e le dieci tessere  "Abilità" di fianco al tabellone. Completano il set-up 5 dadi di plastica bianca (con simboli diversi sulle varie facce) e tre dadi colorati (verde, giallo, blu). Al suo turno ogni giocatore può, nell'ordine, eseguire le seguenti fasi: (a) Rifornire il suo camion di kerosene (vedere riquadro "Commenti" più sotto); (b) Lanciare i dadi bianchi e, pagando 1-3 taniche, aggiungere 1-3 di quelli colorati, continuando a lanciare finché resta kerosene (sabbia) nel camion (clessidra) oppure finché non si ottiengono la/le combinazioni giuste di simboli; (c) Acquistare carte "Azione", esplorare nuovi territori o prendere altri gettoni "Tuareg" con i simboli ottenuti, (d) Se sono usciti due o più dadi "Fuoco" (vedere "Commenti" più avanti) si deve scartare una carta "Azione" e riempiure di nuove carte gli spazi rimasti vuoti.  Nel mazzo ci sono tre carte speciali (chiamate "Conquista") mescolate all'inizio secondo una particolare procedura. Quando appaiono la prima e la seconda il gioco fa una breve pausa e vengono assegnati i territori a chi vi ha posato più esploratori; quando appare la terza si assegnano i territori come al solito ma la partita finisce e non resta che contare i Punti Vittoria (PV) accumulati (territori, carte ed esploratori dell'ultimo turno) per proclamare il vincitore.   

Articoli su riviste:

Rivista Numero Anno Titolo articolo Pagina Autore Tipo articolo
Plato 106 2018 Moteur Bride 37 Graveleau Lionel Recensione
Plato 109 2018 Omaggio: due adesivi 0 Gioco o inserto

Commento

I dadi sono effettivamente il "meccanimso" di base di KERO. Quelli bianchi sono tutti uguali e mostrano sei diversi simboli: 1 mattone, 1 frumento, 1 metallo, 1 lavoratore, 1 tanica di kerosene ed una fiamma (di colore rosso). Quelli colorati sono più specializzati e soprattutto più forti perché ognuno di essi, oltre alla solita fiamma rossa, ha solo due tipi di risorse, però con 2-3 simboli per faccia (il blu ha anche una faccia esloratore che permette di mettere un dischetto gratis su un territorio, mentre il verde ha una faccia "Tuareg" che assegna gratuitamente un gettone). I dadi servono principalmete per acquistare carte "Azione", per le quali sono necessarie 2-3 risorse (uguali o diverse) ed eventualmente una tanica di kerosene. Ogni carta assegna un certo bonus: esploratori gratis, taniche di kerosene, Punti Vittoria, e, molto importante, tessere "Abilità" che resteranno valide per tutta la partita, dando la possibilità di prendere gratuitamente ad ogni turno uno o più dadi colorati, taniche di kerosene, risorse, ecc. Se un camion resta a secco il giocatore perde il turno, per cui ogni tanto è necessario fare rifornimento e per questo si deve pagare innanzitutto una tanica: il giocatore gira il suo camion con la cabina in basso e lascia fluire la sabbia dalla parte inferiore della clessidra mentre l'avversario inzia subito a tirare freneticamente tutti i dadi mettendo da parte quelli che mostrano la fiamma: quando i dadi sono tutti sul lato "fiamma" il rifornimento ha termine. Pagando 2 taniche questo procedimento potrà essere fatto due volte di seguito. Durante il suo turno un giocatore può lanciare i dadi quante volte vuole (ma deve scartare ogni volta quelli che mostrano il simbolo "fiamma") cercando di ottenere una o più combinazioni giuste per acquistare carte oppure mandare esploratori sulle tessere territorio (bastano una faccia lavoratore ed una metallo). I gettoni "Tuareg" contengono un'azione "bonus" monouso (aggiungere gratis due dadi colorati al lancio in corso, aggiungere risorse al risultato finale di un lancio, rifornirsi gratis di kerosene, posare esploratori o rimuoverne uno avversario, ecc.) e vanno quindi scartati dopo l'uso. Se ne possono acquistare altri al costo di due taniche o grazie ai dadi speciali o ai bonus delle carte acquisite. Un gioco divertente ma se siete "allergici" ai dadi meglio cercare qualcos'altro, anche se cos' facendo vi perderete comunque una mezzora di divertimento assicurato, condito da salaci commenti su certe parti anatomiche dell'avversario più ... fortunato.  

 

Commenti degli utenti


Si precisa che tutti i nomi di Ditte o Prodotti che vengono esposti in questo sito sono di proprietà delle rispettive aziende ed il fatto che vengano qui citati non intende infrangere alcun diritto dei detentori né violare alcun copyright.
Chiunque ritenesse di vantare dei diritti di immagine o di copyright e volesse farli valere è pregato di contattarci perché si possa provvedere alla rimozione dei documenti indicati.