In the Year of the Dragon (2007)
Giudizio complessivo:
Autore: Feld Stefan
Artista: Lieske Harald
Menzel Michael
Editore: Filosofia Editions
Numero giocatori: 2 - 5
Durata media: 90 minuti
Tipologia giocatori: Giocatori abituali
Ambientazione: Ricerca del potere in Cina
Categoria: Sviluppo-Ampliamento
Meccanica:
Motore:
Nomi alternativi: Année du Dragon (L')
Componenti: Visualizza la lista dei componenti
Grafica: 7
Regolamento: 7
Gradimento: 7
Fortuna: 0
Difficoltà: 3
Valutazione BBG
Voto: 7.39
Votanti: 9.630
Classifica: #239
Valutazione riviste
Ilsa: N.D.
Plato: C
Spielbox: N.D.
Win Magazine: N.D.

Descrizione

In THE YEAR OF THE DRAGON i giocatori rappresentano alcuni potenti "funzionari" dell'antica Cina e costruiscono dei palazzi in cui ospitare personaggi importanti. Il gioco dura 12 turni, ognuno dei quali è diviso in quattro fasi.

  1. Fase delle azioni: sul tabellone vengono rivelate 7 tessere "Azione" divise in "lotti" (di 1-2-3 carte a seconda del numero dei partecipanti) ed i giocatori, in ordine di "classifica", posano il loro drago su uno di esse eseguendo l'azione relativa (e sfruttando, se possibile, i personaggi già acquisiti). È possibile anche scegliere un'azione appartenente ad un lotto già scelto pagando 3 yuan al giocatore già presente.
  2. Fase dei Personaggi. Tutti i giocatori partono con 2 personaggi e in questa fase ne possono ingaggiare uno nuovo, scartando una delle loro 11 carte, purché abbiano ancora posto nei loro palazzi (ogni tessera palazzo può ospitare un personaggio). Ogni personaggio acquisito fa avanzare il segnalino ottagonale sulla "classifica" di un numero di caselle pari al valore della tessera, determinando così il nuovo ordine di gioco.
  3. Fase degli avvenimenti: ad inizio partita vengono messe in fila (su un'apposita pista del tabellone) 12 tessere "avvenimento": in questa fase viene dunque eseguito l'evento indicato sulla tessera (carestia, siccità, invasione mongola, tributi all'Imperatore, festa dell'anno del Dragone) e chi non rispetta le richieste viene penalizzato perdendo spesso uno o più dei suoi personaggi.
  4. Fase del punteggio: tutti guadagnano un numero di Punti Vittoria (PV) proporzionato alle proprietà acquisite (palazzi, privilegi, cortigiane).

Dopo il conteggio del 12° turno si esegue un ulteriore calcolo che tiene conto di quanti personaggi sono rimasti (2 PV per ognuno di essi), quanti monaci si sono acquisiti (il loro valore serve da moltiplicatore) e quanti soldi sono stati messi da parte (1 PV ogni 3 yuan).

Chi ha il totale più alto vince la partita e sicuramente assumerà un'alta carica nell'Impero.

Commento

In THE YEAR OF THE DRAGON l'ordine di gioco è estremamente importante perché la scelta delle azioni (Fase 1) è determinante per riuscire poi a rispettare gli Eventi (quasi sempre negativi) della Fase 3.

Poiché la successione di TUTTI gli eventi è nota fin dall'inizio, e sapendo che nei primi due turni non succede nulla di ... brutto, i giocatori devono cercare di mettere da parte quanto richiesto dagli avvenimenti (soldi, guerrieri, pozioni guaritrici, riso e fuochi d'artificio) PRIMA che essi accadano.

E questo si fa proprio nella fase 1, posando il proprio drago sulle tessere azione: quindi chi inizia per primo avrà a disposizione tutta la gamma delle azioni e potrà scegliere liberamente, mentre gli altri avranno una scelta sempre più ristretta.

Le azioni sono di sette tipi:

(a) - Raccolta delle Imposte: si ricevono "X" yuan in base alla carta azione (2 yuan) ed alle tessere Esattore (3 yuan ciascuno);

(b) - Costruzione: si acquistano "X" tessere palazzo (1 per l'azione e 1 per ogni Costruttore posseduto) e si creano nuovi palazzi o si innalzano quelli esistenti (fino ad un max di 3 piani);

(c) - Mietitura: si raccolgono "X" tessere "sacchetto di riso" (azione e Contadini posseduti) in modo da salvarsi dalla carestia (serve 1 sacchetto per palazzo abitato);

(d) - Razzi: si raccolgono "X" tessere "razzo" (azione e Artificieri posseduti) da usare durante l'evento Anno del Dragone per guadagnare 6 o 3 PV;

(e) - Esercito: si avanza di "X" caselle (azione e Guerrieri posseduti) il proprio segnalino sulla pista "Classifica" personaggi". Con l'avvenimento "invasione Mongola" chi ha più Guerrieri guadagna PV e chi ne ha meno perde un personaggio.

(f) - Studiosi: si guadagnano "X" PV (azione e tessere "studioso" possedute);

(g) - Privilegi: si possono acquistare tessere "drago" pagandole 2 yuan (1 drago) o 6 Yuan (2 draghi). Ogni drago posseduto a fine turno assegna 1 PV.

Arrivare impreparati ad un avvenimento significa non solo perdere l'opportunità di fare PV, ma anche rischiare di perdere i propri personaggi.  

I monaci servono a moltiplicare il numero dei piani degli edifici in cui sono ospitati per il numero di "statuette Budda" stampate sulle tessere, quindi conviene cercare di raggrupparli in edifici di tre piani.

Un gioco "sempreverde" in cui la fortuna non gioca alcun ruolo.

Articoli su riviste:

Rivista Numero Anno Titolo articolo Pagina Autore Tipo articolo
ILSA Magazine 05 2009 Sotto la lente 8 Aspesi Fabrizio Recensione dettagliata
ILSA Magazine 13 2011 Giochi a confronto 14 Nini Andrea Recensione dettagliata
Spielbox 2010/1 2010 At a Glance 35 Conrad Christwart Recensione breve
Plato 18 2008 La voie de l'anticipation 6 Gallais Guillaume Recensione dettagliata
Plato 99 2017 Le retour de la frustration made in Feld 26 Gompertz Arnaud Recensione

Commenti degli utenti


Si precisa che tutti i nomi di Ditte o Prodotti che vengono esposti in questo sito sono di proprietà delle rispettive aziende ed il fatto che vengano qui citati non intende infrangere alcun diritto dei detentori né violare alcun copyright.
Chiunque ritenesse di vantare dei diritti di immagine o di copyright e volesse farli valere è pregato di contattarci perché si possa provvedere alla rimozione dei documenti indicati.