Forum Trajanum (2018)
Giudizio complessivo:
Grafica: 7
Regolamento: 7
Gradimento: 7
Fortuna: 2
Difficoltà: 4
Valutazione BBG
Voto: 7.42
Votanti: 719
Classifica: N.D.
Valutazione riviste
Ilsa: N.D.
Plato: B
Spielbox: B
Win Magazine: B

Descrizione

Nella ormai classica tradizione dell'autore Stefan Feld questo FORUM TRAJANUM è un gioco costituito da vari ... sub-giochi.  Ognuno di essi non è mai troppo complicato, ma nell'insieme è necessario utilizzare al massimo i neuroni per definire una strategia e cercare di applicarla nonostante le ... interferenze degli avversari.

Non è facile riassumere in poche righe la meccanica di questo gioco, per cui mi limiterò ad alcuni concetti di base. La scatola contiene un tabellone centrale (il Foro di Roma) e delle grandi plance personali (le Colonie).

Sul Foro vengono piazzate delle piccole plance da 3x4 caselle quadrate in quattro colori (rosso, giallo, verde e blu) e con una casella "aquila": qui si calcoleranno gran parte dei Punti Vittoria (PV). Poi ci sono tre diverse "piste" (Libreria, basilica e mercato) sulle quali si muoveranno dei marcatori per dare dei bonus ai giocatori). Su un lato si posano tre mazzetti di 8 carte "strada" e tre carte "Traiano" (obiettivi di turno).

Le Colonie sono caratterizzate invece da quattro elementi: una griglia di 6x6 caselle quadrate, da riempire "casualmente" al set-up con delle tessere "inviato" (coperte); da 12 simboli (uno per ogni colonna e per ogni riga della griglia); da 12 caselle per i "cittadini" (patrizi, mercanti ed artigiani) e da una pista sulla quale scorrerà una "barretta" segna punti.

Il gioco si svolge in tre "cicli" composti ognuno da quattro turni. Ad ogni turno si girano due carte "strada" che mostrano altrettanti simboli corrispondenti a quelli della griglia sulla Colonia: i giocatori prendono due segnalini "inviato", il primo dalla riga ed il secondo dalla colonna, e poi ne scelgono uno e passano il secondo alla loro destra.

In base alla disponibilità di pedine che hanno (vedere commento), i giocatori scelgono se usare uno o entrambi gli inviati ed incassano quanto da loro indicato (nuove pedine, avanzamenti, bonus vari, ecc.).

In seguito è necessario decidere quale edificio costruire e, presa la tessera corrispondente, la piazzano sulla griglia: subito dopo mandano a Roma uno dei loro "inviati" (se disponibili) per coprire le caselle del foro con lo stesso colore della carta e cercare di ottenere ulteriori bonus.

Al termine di ogni ciclo di quattro turni si verifica se e quanti obiettivi si sono raggiunti (incassando i PV relativi) e se e quante combinazioni di cittadini, monumenti ed inviati possono essere usate per avere altri PV. Al termine del dodicesimo turno la partita finisce e chi ha il totale più alto di PV vince. 

Trovi una descrizione più approfondita su balenaludens.it

Forum Trajanum fa riferimento al regno di Marcus Ulpius Traianus, il primo Imperatore dell’Antica Roma ad essere nato in Provincia (la sua famiglia, pur essendo di origina italica, viveva infatti in Baetica, una zona della penisola iberica che oggi potremmo identificare con l’Andalusia). Essendo stato adottato dall’Imperatore Nerva (quest’ultimo fu spinto, seppure a malincuore, soprattutto dal fatto che non si sentiva più sicuro nemmeno della Guardia Pretoriana e quindi aveva bisogno di avere accanto un eccellente generale molto amato dall’esercito) gli succedette alla sua morte ereditando un impero tutto sommato piuttosto tranquillo.

Fu proprio lui, in seguito, a conquistare la Dacia ed il Regno dei Parti, e sotto Traiano l’Impero Romano raggiunse la sua massima espansione, al punto che gli fu assegnato il nome di “Optimus Princeps” (il migliore degli imperatori) per le sue capacità militari, politiche ed amministrative. Ancora oggi svetta nel centro di Roma, vicino al foro omonimo, la colonna commemorativa da lui fatta erigere dopo la conquista della Dacia e che narra tutte le sue gesta militari.

E proprio colonna e foro sono il “pretesto” per quest’ultima opera di Stefen FeldForum Trajanum è un gioco edito da Hutch (distribuito in Italia da dV Giochi ed illustrato dall’ormai celebre MIchael Menzel), per 2-4 partecipanti di età minima di 12 anni e con una durata media di 120 minuti (in quattro).

Continua a leggere su balenaludens.it

Articoli su riviste:

Rivista Numero Anno Titolo articolo Pagina Autore Tipo articolo
ILSA Magazine 53 2019 Prime impressioni 22 Postiferi Vanessa Recensione breve
Balena Ludens 2019-03-04 2019 Antica Roma: costruzione del Forum e della Colonna Traiana Cremona Pietro (Leggi) Recensione dettagliata
WIN The Game Journal 527-28 2019 Back to the Heyday of Imperial Rome 2 Cremona Pietro (Leggi) Recensione dettagliata
Spielbox 2019/3 2019 6x6 Metropolis 36 Dagger Stuart Recensione dettagliata
Io Gioco 08 2018 Architetti e Tribuni per la gloria di Traiano 52 Pinchiroli Luca Recensione dettagliata
Plato 121 2019 Salde César, sauce Feld 28 Bord Benjamin Recensione dettagliata

Commento

Per eseguire le azioni di FORUM TRAJANUM servono dei meeples colorati:

i "grigi" sono “Costruttori” e permettono di edificare edifici pubblici (di colore grigio);

i "beige" sono gli “Aiutanti” e permettono di cambiare colore ai lavoratori,

i "bianchi" sono dei “Tribuni” (e permettono alcune azioni speciali)

i colorati (rosso, giallo, verde e blu) sono “Lavoratori specializzati" nella costruzione di edifici.

Si possono costruire edifici singoli (tessere di un quadretto) grigi o colorati oppure doppi (tessere di due quadretti) che possono essere di due tipi:

(a) tessere con una casella grigia ed una colorata oppure

(b) con due caselle dello stesso colore.

Quando un giocatore costruisce un edificio grigio fa avanzare un suo segnalino di una casella nel percorso relativo (colonna traiana, biblioteca, libreria o mercato) per incassare i bonus raggiunti man mano (o scegliendo uno di quelli più indietro nelle piste).

Se invece ne costruisce uno colorato (compresi quelli con una casella grigia) ha la possibilità non solo di avanzare sulle piste grigie, ma anche di piazzare nel Forum di Roma una delle sue tessere "inviato" su una casella dello stesso colore dell'edificio appena realizzato: lo scopo è quello di creare grandi "aree" di pedine adiacenti del proprio colore, possibilmente a contatto con le caselle con l'Aquila per fare PV a alla fine di ogni ciclo (più l'area è grande e più sono i PV incassati).

Il posizionamento delle costruzioni nella griglia della Colonia deve essere studiato al meglio, dopo l'uscita di ogni coppia di carte, per cercare di ottenere delle combinazioni di tessere edificio che soddisfino la carta obiettivo di quel ciclo: per esempio due tessere grigie sovrapposte, un'alternanza di colori, ecc. Naturalmente questa scelta è parzialmente condizionata dall'uscita delle carte "strada" che permettano di liberare delle caselle nei posti e nelle combinazioni giuste.

Sempre nelle Colonie c'è infine un'area dove si piazzano i "cittadini" (tessere speciali con simboli diversi per patrizi, mercanti ed artigiani) i quali daranno alcuni bonus permanenti o immediati, ma serviranno soprattutto da moltiplicatori (x2 o x3) per il numero di edifici grigi diversi presenti alla loro destra, nelle righe della griglia 6x6.

Come si vede ogni singolo tipo di azione non è difficile, in sé, ma amalgamare tutto per cercare di vincere la partita (o per lo meno giocare al meglio) è un'altra cosa e servono 2-3 partite prima di cominciare a districarsi. Consigliato a giocatori abituali o esperti.

Commenti degli utenti


Si precisa che tutti i nomi di Ditte o Prodotti che vengono esposti in questo sito sono di proprietà delle rispettive aziende ed il fatto che vengano qui citati non intende infrangere alcun diritto dei detentori né violare alcun copyright.
Chiunque ritenesse di vantare dei diritti di immagine o di copyright e volesse farli valere è pregato di contattarci perché si possa provvedere alla rimozione dei documenti indicati.