Dernier Moghol: La révolte des cipayes 1857-1858 (2023)
Giudizio complessivo:
Autore: Gouneau Christophe
Blancador
Artista: Studio Vae Victis (Pascal da Silva e Nicolas Stratigos)
Editore: Cérigo Editions
Serie: La Campagne
Numero giocatori: 1 - 2
Durata media: N.D.
Tipologia giocatori: Wargamers
Ambientazione: La rivolta dei Sepoys in India (29 Marzo 1857 - Giugno 1858)
Categoria: Wargame
Meccanica:
Eserciti: Indiani
Inglesi
Periodo storico: Guerre d'Indipendenza e Coloniali
Motore:
Nomi alternativi: La révolte des cipayes 1857-1858
Componenti: Visualizza la lista dei componenti
Tratto dalla rivista: Vae Victis (CE)
Numero: 168
Edita da: Cérigo Editions
Grafica: N.D.
Regolamento: N.D.
Gradimento: N.D.
Fortuna: N.D.
Difficoltà: N.D.
Valutazione BGG
Voto: 6.88
Votanti: 12
Classifica: N.D.

Descrizione

LE DERNIER MOGHOL: LA REVOLTE DES CYPAYES è un wargame che simula la rivolta dei Sepoys in India (1857-1858) e lo troviamo in inserto all’interno del numero 168 della rivista francese Vae Victis. Oltre al libretto delle regole (12 pagine in francese, formato A5) ogni copia di comprende una mappa “a punti” (dove ogni punto è una città), 108 counters (pedine 15x15 da de-fustellare) e un libretto con regole (A5).

I materiali sono di buona qualità: le unità hanno il solito stile di Pascal Da Silva (e quindi sono davvero ottime) mentre la mappa è abbastanza… bruttarella: essa è suddivisa in quattro “province” e ogni provincia contiene un certo numero di “zone” sulle quali sono stampate città fortificate o normali (ed allora la zona viene chiamata “territorio”).

La sequenza di gioco è la seguente:

  • fase d’iniziativa: i giocatori lanciano 1D6 ed aggiungono il bonus tattico dei loro generali;
  • fase della Ribellione: il giocatore “indiano” prende quattro pedine “Evento” e legge su di esse dove può scoppiare una rivolta. In questa fase si determina anche la sorte dei “Civili” presenti nelle città che si sono ribellate: essi rischiano infatti di essere massacrati;
  • fase dei Rinforzi: Il giocatore “Britannico” estrae 4 pedine “Evento” e può mettere in campo eventuali rinforzi;
  • fase delle Operazioni Militari: si comincia con il giocator “Indiano” che verifica i Punti Attivazione (PA) dei suoi generali, utilizzandoli per muovere le unità o entrare in contatto col nemico. Subito dopo si risolvono le battaglie generate dal movimento. Poi tocca al giocatore Britannico muovere e combattere;
  • fase degli Assedi: sempre iniziando dal giocatore “Indiano” si risolvono gli eventuali assedi alle città nemiche;
  • fase di Fine Turno: si verifica se ci sono le condizioni per la vittoria di uno dei due schieramenti oppure si passa al turno successivo e si ricomincia tutto da capo

La partita finisce con una vittoria immediata se il giocatore Indiano controlla Calcutta e Delhi oppure se il Britannico si è impossessato di TUTTE le città sulla mappa. Se questo non succede bisogna verificare i Punti Vittoria (PV) guadagnati durante la partita: civili massacrati, vittorie in battaglia, unità e leaders nemici eliminati, città controllate sulla mappa. Se la differenza è di 6-10 PV il giocatore ottiene una vittoria marginale, se invece è di 11 PV o più si tratta di una vittoria totale.

Commento

LE DERNIER MOGHOL: LA REVOLTA DES CIPAYES è un gioco “strategico” che utilizza regole simili a quelle già usate per altri giochi della serie. Le unità sono di tre tipi: Fanteria (3-4 battaglioni in ogni counter), Cavalleria (1-2 reggimenti) e Artiglieria (1-2 batterie): poi, naturalmente ci sono le diverse fazioni:

  • unità indiane indigene;
  • unità indiane di Sepoy che possono restare fedeli alla Corona (e allora si usa il lato con la divisa britannica) o rivoltarsi (e allora si utilizza il retro);
  • unità britanniche,
  • personalità storiche (di entrambi gli schieramenti)
  • unità di “Civili”
  • marcatori vari

Le unità combattenti mostrano un valore di combattimento e la città in cui devono essere dislocate. Le battaglie vengono causate dall’ingresso di unità “attaccanti” in città o territori occupati dal nemico. Una volta deciso l’ordine di risoluzione delle battaglie (se sono più d’una), i due avversari posizionano le loro unità faccia a faccia, inclusi eventuali leaders, poi si esegue una sequenza ben precisa:

  1. – ripiegamento prima del combattimento (solo per la cavalleria che dispone di una via di ritirata);
  2. – giocare tessere “Evento” per utilizzarne i bonus in battaglia;
  3. – effettuare un rapporto di forze (PF dell’attaccante diviso per PF del difensore) e definire quale colonna si dovrà utilizzare sulla Tabella dei combattimenti;
  4. – lanciare 1D6 e verificare l’esito sulla tabella, che mostra se qualcuno si ritira (attaccante o difensore) e le eventuali perdite (1-3 passi).

Per quanto riguarda gli Assedi si considera la forza difensiva della città attaccata e si somma al valore delle unità che la difendono, eventualmente aggiungendo eventuali bonus delle pedine “Evento”. Poi si lancia 1D6 e si confronta il risultato sull’apposita tabella per vedere quanti Punti Fortificazione vengono distrutti. Quando il valore difensivo della città viene azzerato le unità all’interno sono eliminate o, se si tratta di Civili, massacrati, per assegnare 2 PV al vincitore.

Articoli su riviste:

Rivista Numero Anno Titolo articolo Pagina Autore Tipo articolo
Balena Ludens 2023-WG 2023 La rivolta dei Sepoys in India nel 1857-1858 07-25 Cremona Pietro (Leggi) Recensione
Vae Victis (CE) 168 2023 Wargame in allegato 0 Gioco o inserto
Balena Ludens 2023-07/09 2023 La rivolta dei Sepoys in India nel 1857-1858 07-25 Cremona Pietro Recensione

Commenti degli utenti


Si precisa che tutti i nomi di Ditte o Prodotti che vengono esposti in questo sito sono di proprietà delle rispettive aziende ed il fatto che vengano qui citati non intende infrangere alcun diritto dei detentori né violare alcun copyright.
Chiunque ritenesse di vantare dei diritti di immagine o di copyright e volesse farli valere è pregato di contattarci perché si possa provvedere alla rimozione dei documenti indicati.