Cubopolis (2018)
Giudizio complessivo:
Autore: Agrisani Carmine
Nuccio Walter
Roncucci Sergio
Artista: Tinto Davide
Editore: Cards & Co.
Giochi Uniti
Numero giocatori: 2 - 4
Durata media: 30 minuti
Tipologia giocatori: Per tutti
Ambientazione: Costruire strade sfidando la forza di gravità
Categoria: Abilità-Destrezza
Meccanica: Colpo d'occhio
Motore: Abilità  manuale
Componenti: Visualizza la lista dei componenti
Grafica: 6
Regolamento: 7
Gradimento: 6
Fortuna: 1
Difficoltà: 2
Valutazione BBG
Voto: 7
Votanti: 5
Classifica: N.D.
Valutazione riviste
Ilsa: N.D.
Plato: N.D.
Spielbox: N.D.
Win Magazine: N.D.

Descrizione

Cubopolis è un semplice gioco di destrezza ed equilibrio per tutta la famiglia, ma se siete dei tipi ... nervosi allora questo titolo non fa per voi, perché per fare Punti Vittoria (PV) nbisogna avere un buon colpo d'occhio, ma soprattutto la pazienza di effettuare con MOLTA delicatezza ed attenzione le vostre mosse. Ma andiamo con ordine.!  Il gioco è presentato in una confezione di plastica bianca a forma di cubo che si apre in due parti: dopo avere estratto i componenti il cubo deve essere richiuso e messo al centro del tavolo, a portata di mano dei partecipanti. In corrispondenza di ognuno dei quattro lati viene posata una plancetta "territoriale": mare, boschi, montagne e deserto e opra ogni plancetta si mette una tessera con lo stesso tipo di terreno, mentre una quinta tessera (il "sole") sarà a disposizione a fianco del cubo. Ogni giocatore prende una confezione di "strade", ovvero delle piccole "stecchi" di cartone antiscivolo che rappresentano dei "vicoli", delle "strade lunghe" ed una "strada con piazza". Il resto del materiale (dei cubetti di legno bianco e delle tessere "Punti VIttoria") restano in riserva, accessibili a tutti, mentre un "vicolo" di ogni colore è posato sulla sommità del cubo in modo che ognuno sporga da un lato diverso ma della stessa lunghezza. Partendo dal primo giocatore, e continuando a "girare" in senso orario, ognuno prende due cubi, li appoggia su due strade diverse (che pososno avere però lo stesso colore) e vi appoggia sopra una nuova strada presa dalla sua riserva. Se così facendo riesce a far sporgere la sua strada da un lato del cubo un po' di PIU' della stecca più sporgente guadagna la tessera del terreno corrispondente (eventualmente portandola via ad un avevrsario che l'aveva guadagnata precedentemente). Se poi la nuova strada è la più elevata di tutte il giocatore guadagna la tessera "sole". Se durante la mossa qualche componente cade e resta sulla sommità del cubo il turno del giocatore si arresta e la strada in costruzione viene perduta. Se invece le macerie cadono sul tavolo il gioco si arresta provvisoriamente e tutti i giocatori (escluso quello che ha causato il crollo) ricevono 1 PV per ogni tessera territorio posseduta o per il "sole": tutte le tessere vengono rimesse sui territori ed il gioco riprende regolarmente. La partita finisce quando tutte le strade sono state usate. Chi ha più punti vince. 

Trovi una descrizione più approfondita su balenaludens.it

CUBOPOLIS, edito da GIOCHI UNITI, è stato ideato per 2-4 giocatori di età superiore agli 8-10 anni e ha una durata di 15-20 minuti al massimo, a seconda dell’attenzione e del tempo che metteranno i partecipanti nella posa delle loro strade. Si tratta principalmente di un gioco di “destrezza” adatto a tutti… ad esclusione di coloro che si spazientiscono se devono effettuare delle delicate operazioni di equilibrio: infatti il gioco consiste essenzialmente nel piazzare nuovi elementi sopra a quelli già esistenti cercando di farli sporgere il più possibile ma evitando contemporaneamente un “crollo” disastroso del pezzo in corso di costruzione o addirittura dei pezzi precedentemente e “maliziosamente” costruiti dagli avversari. Cubopolis, l’avete capito, è dunque un divertente “fillerino” per tenere impegnati i bambini, coinvolgere genitori o nonni a passare un po’ di tempo tutti insieme, oppure al club (o fra amici) in attesa che venga preparato il set-up della partita programmata per la serata.

Continua a leggere su balenaludens.it

Commento

Non è necessario fare lunghi commenti su Cubopolis, data la semplicità del regolamento e della meccanica. Prima di giocare il proprio turno è bene guardare attentamente come si è sviluppata la costruzione ed individuare le stecche più interessanti e "stabili" che permettano in primo luogo di far sporgere la propria strada ed incamerare la tesssera, oppure che consentrano la costruzione della strada "più alta" (per incamerare il "sole"). Posare una strada in maniera molto "precaria" e "traballante" significa ovviamente rendere la vita dei giocatori successivi più difficile: basterà infatti un minimo movimento sbagliato per far cadere la stecca in bilico e perdere così turno e strada. Indovinate dunque perché i giocatori più maligni ci mettono tanto a posare una strada e non sono soddisfatti finché non la vedono ... dondolare! Se volete praticare questo gioco fate prima un po' di training autogeno e qualche respiro profondo e rilassante: vi aiuteranno a non avere tremore alle mani nel momento delicato della posa, ma se invece volte provarci comunque ed in qualsiasi condizione non arrabbiatevi con gli altri quando farete franare a terra tutto il castello: io ve lo avevo detto !!!

Commenti degli utenti


Si precisa che tutti i nomi di Ditte o Prodotti che vengono esposti in questo sito sono di proprietà delle rispettive aziende ed il fatto che vengano qui citati non intende infrangere alcun diritto dei detentori né violare alcun copyright.
Chiunque ritenesse di vantare dei diritti di immagine o di copyright e volesse farli valere è pregato di contattarci perché si possa provvedere alla rimozione dei documenti indicati.