Coatl (2020)
Giudizio complessivo:
Scatola

Questo gioco non fa parte della mia collezione, ma è elencato in questo sito perché è stato comunque provato o citato in riviste e libri già inseriti

Autore: Brassard Pascale
Dubois-Roy Etienne
Artista: SillyJellie
Editore: Ghenos Games
Synapses Games
Numero giocatori: 1 - 4
Durata media: 60 minuti
Tipologia giocatori: Da 10 anni
Ambientazione: Costruire i Serpenti piumati più belli per essere acclamato Gran Sacerdote Azteco
Categoria: Sviluppo-Ampliamento
Meccanica: Combinazioni-Allineamenti
Motore: Carte
Uso di risorse varie, segnalini, pezzi speciali
Componenti: Visualizza la lista dei componenti
Grafica: 8
Regolamento: 7
Gradimento: 7
Fortuna: 1
Difficoltà: 3
Valutazione BGG
Voto: 7.12
Votanti: 1.674
Classifica: #1689
Valutazione riviste
Ilsa: N.D.
Plato: N.D.
Spielbox: C
Win Magazine: N.D.

Descrizione

L’ambientazione scelta dagli autori di COATL ci riporta al tempo degli antichi Aztechi, con i giocatori in gara fra loro per ottenere il titolo di Gran Sacerdote: tutti si impegnano dunque a costruire dei “serpenti piumati” di grandi dimensioni per ottenere il favore del popolo. In termini ludici tutti devono cercare di “costruire” tre serpentoni utilizzando diversi elementi di plastica: teste, code e sezioni del corpo.

Un tabellone circolare viene posto sul tavolo per accogliere i segnalinidi plastica colorata (molto coreografici) con cui dovranno essere costruiti i serpenti piumati: al centro del disco ci sono quattro caselle grandi per due teste e due code, mentre intorno sono state realizzate altre 6 caselle su ognuna delle quali verranno poste due sezioni di corpo.

Ogni giocatore riceve tre carte che illustrano una “successione di colori” (il gioco contiene segnalini gialli, verdi, rossi, blu e neri) che dovrà essere realizzata (anche più volte) incastrando fra loro vari pezzi di corpo di ogni serpente e completandolo poi con una testa ed una coda. Tutti ricevono anche una carta “obiettivo” sul quale ci sono delle “condizioni” da rispettare (che riguardano sempre delle combinazioni di colori) per ottenere dei Punti Vittoria (PV) extra.

Al suo turno ognuno può: prendere dal disco una testa o una coda o due pezzi di corpo (da una sola casella), per metterli sulla sua plancia individuale (che può contenere fino a 8 pezzi); oppure può prendere nuove carte fra le 6 sempre disponibili (o dal mazzo) fino ad averne un massimo di cinque in mano; o infine può mettere in tavola dei “segmenti” di serpente per formare le combinazioni indicate sulle carte abbinate ad ognuno di essi.

Quando un giocatore completa il suo terzo serpentone la partita finisce e si contano i punti indicati dalle carte che mostrano le giuste combinazioni: chi ha il totale più alto vince la partita.

Commento

La descrizione ci fa capire che le carte sono il cuore di COATL: su ognuna di esse infatti è indicata una combinazione di colori che deve essere riprodotta nella esatta sequenza indicata. La maggior parte delle carte assegna un certo punteggio se la sequenza è stata riprodotta una volta, ma questi punti aumentano di molto se essa è riprodotto due (ed in qualche caso più) volte all’interno dello stesso serpente.  

I giocatori quindi cercano inizialmente di procurarsi le sezioni di corpo del colore necessario, riempiendo piano piano la loro plancia, poi cominciano a comporre il serpentone (se ne possono avere al massimo due in costruzione) incastrando fra loro queste sezioni nella sequenza indicata sulla carta. Ogni serpente può essere lungo a piacere e riportare sequenze diverse, purché siano abbinate alle carte: per esempio 3 pezzi gialli (prima carta), seguiti da 1 verde+2 rossi+1 nero (seconda carta), poi ancora 3 gialli (per completare la prima carta), seguiti da 2 rossi+2 blu (terza carta), ecc.

Quando un serpente viene completato (anche testa e coda contano per la sequenza) si mette da parte con tutte le carte ad esso abbinate e si può iniziare la costruzione di un terzo serpente. Si capisce che il buon utilizzo della propria plancia è fondamentale, perché il numero dei pezzi che essa può contenere è limitato ad otto ma sarebbe molto rischioso occupare tutte le caselle senza scaricare un po’ di pezzi: se infatti sul disco centrale dovessero uscire dei pezzi fondamentali per le sue combinazioni il giocatore con la plancia piena non potrebbe prelevarli.

Bisogna dunque avere pazienza e perseveranza, cercando di costruire due serpentoni che, fra loro, utilizzino il maggior numero di colori possibile, in modo da avere sempre la possibilità di prendere qualcosa dalla riserva centrale. Un gioco divertente e adatto alle famiglie, con questi serpentoni snodati e pieni di colori che attirano davvero l’occhio.

Trovi una descrizione più approfondita su balenaludens.it

Coatl, distribuito in Italia da Ghenos Games, si gioca da 1 a 4 giocatori dai 10 anni in su, per una durata di circa 30-60 minuti a partita. L’edizione internazionale è a cura di Synapses Games.

La nomina del nuovo sacerdote è imminente. Per dimostrare di esserne degni, i contendenti si sfidano in un prestigioso torneo per fare colpo sugli dei. Scolpite le sculture più complesse ed eleganti di Cóatl, il dio serpente piumato, per aggiudicarvi la vittoria e ottenere l’ambito titolo di Gran Sacerdote Azteco.

SUL TAVOLO FA LA SUA FIGURA!

Continua a leggere su balenaludens.it

Articoli su riviste:

Rivista Numero Anno Titolo articolo Pagina Autore Tipo articolo
ILSA Magazine 61 2021 Prime Impressioni 40 Di Marco Mauro Recensione
Spielbox 2021/4 2021 Abstract puzzle 42 Wieland Herold Recensione

Commenti degli utenti


Si precisa che tutti i nomi di Ditte o Prodotti che vengono esposti in questo sito sono di proprietà delle rispettive aziende ed il fatto che vengano qui citati non intende infrangere alcun diritto dei detentori né violare alcun copyright.
Chiunque ritenesse di vantare dei diritti di immagine o di copyright e volesse farli valere è pregato di contattarci perché si possa provvedere alla rimozione dei documenti indicati.