Caverna: Cave vs Cave (2017)
Giudizio complessivo:
Autore: Rosenberg Uwe
Artista: Klemens Franz
Rosenberg Uwe
Editore: Lookout Games
Mayfair Games
Numero giocatori: 1 - 2
Durata media: 45 minuti
Tipologia giocatori: Giocatori abituali
Ambientazione: Costruire ed arredare delle caverne per i nani
Categoria: Sviluppo-Ampliamento
Meccanica: Scambio risorse
Posare tessere-pedine-ecc.
Motore: Tessere
Uso di risorse varie, segnalini, pezzi speciali
Nomi alternativi: Caverna: Cava vs cava
Componenti: Visualizza la lista dei componenti
Grafica: 7
Regolamento: 7
Gradimento: 7
Fortuna: 1
Difficoltà: 3
Valutazione BBG
Voto: 7.32
Votanti: 2.994
Classifica: #581
Valutazione riviste
Ilsa: N.D.
Plato: B
Spielbox: B
Win Magazine: N.D.

Descrizione

Dopo la trasposizione di AGRICOLA (con il gioco ALL CREATURES BIG AND SMALL) e di LE HAVRE (con THE INLAND PORT") ecco arrivare anche il fratellino minore di CAVERNA, ovvero, appunto, CAVERNA: CAVE vs CAVE. Anche stavolta si tratta di un gioco per DUE soltanto che graficamente ricorda l'originale ma che si gioca con regole molto semplificate e quasi totalmente diverse dalle originali.

Una plancia lunga e stretta viene posata fra i due avversari: essa 12 contiene caselle che ad inizio partita vengono riempite da altrettante tessere "Azione", di cui però solo le prime quattro sono scoperte. Ogni tessera contiene, sotto forma di icone, le istruzioni di utilizzo e gli eventuali bonus che potranno essere collezionati. I giocatori, all'inizio di ogni turno, scoprono la tessera successiva (che così diventa valida e può essere subito utilizzata) ed eseguono, alternandosi, il numero di azioni indicato sul retro della tessera appena scoperta: 2-3-4.

Ognuno è dotato di una plancia personale che simboleggia la montagna all'interno della quale intendono costruire ed arredare la loro caverna: quest'ultima contiene 11 caselle quadrate, nove delle quali coperte con delle tessere "stanza" (a faccia in giù). Sul tavolo fin da subito sono disponibili 6 tessere stanza.

Al suo turno ogni giocatore sceglie una tessera "Azione" tra quelle ancora scoperte sulla plancia centrale e la posa davanti a sé, eseguendo subito la relativa azione:

(a) - prendere uno o più risorse (in pratica si fanno avanzare dei segnalini di legno colorato sull'apposita pista alla destra della propria plancia);

(b) - scavare la caverna (togliendo una o due tessere dalla plancia per metterle sul tavolo, nella riserva generale, a disposizione di tutti);

(c) - acquistare una stanza dalla riserva generale, pagandola con il numero di risorse indicato su di essa, per piazzarla nella propria caverna;

(d) - trasformare una o più risorse in altre o in oro;

Al termine della partita si sommano i Punti Vittoria (PV) indicati sulle varie stanze installate nella caverna, si aggiunge il valore della risorsa "oro", si sommano i due numeri e chi ha il totale più alto sarà senz'altro nominato Re dei Nani.

Trovi una descrizione più approfondita su balenaludens.it

L’autore, Uwe Rosenberg, è noto ai più per la sua corposa produzione di giochi di qualità: da Bohnanza/Semenza ad Agricola, da Le Havre ad Ai Cancelli di Loyang, da Ora et Labora a Glass Road, da Caverna a Fields of Arle, da Feast for Odin al recentissimo Nusfjord, ecc. Si tratta quindi di un autore davvero eclettico che ha parecchie frecce al suo arco: dai giochi di carte agli eurogame di una certa complessità, dai titoli di media complessità a quelli per un mercato molto più ampio (PatchworkCottage Garden, ecc.). Negli ultimi anni, a lui dobbiamo anche la pubblicazione di titoli specificamente creati per DUE giocatori, di complessità medio-bassa, che però fanno tutti riferimento a qualcuno dei suoi giochi più complessi, finendo così per richiamare e interessare anche i giocatori più esigenti. Prima di questo titolo, avevano già visto la luce “Agricola: All Creatures Big and Small” e “Le Havre: The Inland Port”. In questo caso, il gioco è ovviamente ispirato da Caverna: entreremo nella vita di una famiglia di nani delle montagne, e anche qui dovremo scavare nella roccia per costruire la nostra abitazione.

Continua a leggere su balenaludens.it

Articoli su riviste:

Rivista Numero Anno Titolo articolo Pagina Autore Tipo articolo
Spielbox 2017/6 2017 Packing the same punch as its Big Brother 30 Ruschitzka Edwin Recensione dettagliata
ILSA Magazine 48 2017 Prime Impressioni 20 Postiferi Vanessa Recensione breve
WIN The Game Journal 519 2018 Played for you 15 Recensione breve
Plato 113 2019 Heigh-Ho, heigh-ho, on rentre du bulot! 38 Hoflack Simon Recensione
Balena Ludens 2018-04-12 2018 In competizione con il vicino di ... caverna Cremona Pietro (Leggi) Recensione dettagliata

Commento

Come in tutte le pubblicazioni di Uwe Rosenberg anche in CAVERNA: CAVE vs CAVE il cuore del gioco sono le "Azioni": solitamente Uwe utilizza la meccanica del "piazzamento lavoratori", ma in questo caso potremmo dire che è passato direttamente al "piazzamento tessere".

In effetti i giocatori devono scegliere ad ogni turno una delle tessere azione disponibili sulla plancia centrale: il pezzo viene tolto e posizionato di fianco alla plancia centrale ma nel "campo" di chi l'ha presa, e quest’ultimo eseguirà la o le azioni indicate dalla grafica. Poiché il maggior numero di PV si fa arredando la propria caverna con le tessere "Room" è chiaro che la preferenza dei giocatori dovrebbe essere orientata ad assicurarsene il maggior numero possibile.

Tuttavia ogni nuova stanza, per essere costruita, deve sottostare a tre condizioni:

(a) - è necessario avere una casella libera nella propria caverna;

(b) - bisogna pagare un certo numero di "risorse" (indicate sulla tessera) e

(c) - bisogna avere predisposto la stanza adatta nella caverna.

Per il punto (a) esistono apposite azioni che permettono di togliere una o due tessere dalla plancia per posizionarle sul tavolo (a disposizione di tutti).

Per il punto (b) è necessario ovviamente far crescere il proprio magazzino utilizzando le azioni che danno nuove risorse o che permettono di scambiarne alcune per altre.

Per il punto (c) esistono "poche" azioni che fanno aggiungere dei muri alla caverna (si tratta di appositi segnalini de-fustellati e tenuti inizialmente a disposizione a lato del tabellone): sì perché le tessere "Room" possono esser piazzate solo in stanze che rispettano il numero ed il posizionamento dei MURI, esattamente come indicato in un apposito riquadro della tessera desiderata.

Le stanze poi sono di due tipi: arancioni e blu, e queste ultime contengono delle azioni aggiuntive "perenni" che permettono di guadagnare qualcosa in condizioni particolari: per esempio ricevere X risorse quando si fanno azioni di un certo tipo, oppure guadagnare oro ogni volta che si mette un muro nuovo, ecc. 

È ovvio che la prima partita deve servire più che altro a prendere confidenza con il tipo di tessere ed il loro utilizzo. Il gioco comunque è veloce, divertente, e perfettamente adatto all'ambientazione scelta.

Commenti degli utenti


Si precisa che tutti i nomi di Ditte o Prodotti che vengono esposti in questo sito sono di proprietà delle rispettive aziende ed il fatto che vengano qui citati non intende infrangere alcun diritto dei detentori né violare alcun copyright.
Chiunque ritenesse di vantare dei diritti di immagine o di copyright e volesse farli valere è pregato di contattarci perché si possa provvedere alla rimozione dei documenti indicati.