Cacao (2015)
Giudizio complessivo:
Autore: Walker-Harding Phil
Artista:
Editore: Abacusspiele
Cranio Creations
Uplay.it edizioni
Numero giocatori: 2 - 4
Durata media: 30 minuti
Tipologia giocatori: Per tutti
Ambientazione: Raccolta e vendita dei frutti del Cacao
Categoria: Esplorazione
Meccanica: Combinazioni-Allineamenti
Piazzamento lavoratori
Motore: Tessere
Espansioni: Cacao: Cioccolato
Componenti: Visualizza la lista dei componenti
Grafica: 7
Regolamento: 7
Gradimento: 7
Fortuna: 2
Difficoltà: 2
Valutazione BBG
Voto: 7.13
Votanti: 6.200
Classifica: #515
Valutazione riviste
Ilsa: N.D.
Plato: N.D.
Spielbox: N.D.
Win Magazine: N.D.

Descrizione

I giocatori di CACAO partono da una plancia circolare, dove è disegnato il loro villaggio e dove sono contenuti i depositi del cacao. Un ruscello scorre accanto al villaggio ed un "portatore d'acqua" è piazzato alla sorgente. Sul tabellone vengono preparate due tessere GIUNGLA, per dare inizio all'esplorazione, mentre altre due sono esposte a fare da riserva.

I giocatori ricevono 9-11 tessere "lavoratore" del loro colore: ognuna di esse mostra quattro lavoratori (piccole icone stampate sui lati delle tessere), ma la loro posizione varia: 1 per lato; 3 su un lato più 1 su un altro; 2 su un lato ed 1 sugli altri due.

Al suo turno il giocatore deve posare una delle sue tessere "lavoratore" accanto ad una o più tessere "giungla": così potrà raccogliere segnalini "cacao" da ogni tessera giungla con le piantagioni ed eventualmente vendere il raccolto ad un mercato (se adiacente) per incassare il ricavato (da 2 a 4 monete d'oro per cacao venduto).

Altre tessere giungla contengono simboli diversi: miniere d'oro (che fruttano 1 o 2 monete per lavoratore adiacente); acqua (per far muovere il portatore di 1-3 spazi); dischi del sole (per azioni speciali) e templi.

Ogni volta che un giocatore posa una tessera “lavoratore” genera 1-2 nuove posizioni che dovrà subito riempire usando una o entrambe le tessere della riserva ed incassando subito i bonus relativi. Nessuna tessera lavoratore può avere un lato a contatto di un'altra, e lo stesso vale per le tessere giungla.

Alla fine della partita (quando tutte le tessere sono state giocate sul tavolo) si aggiungono ai soldi già guadagnati quelli ricavati dalle maggioranze nei templi e dalla posizione raggiunta sul ruscello del portatore d'acqua (vedere il commento più sotto): chi ha il totale più alto vince. 

Trovi una descrizione più approfondita su balenaludens.it

Potremmo cominciare questa esposizione con una dotta citazione: il cacao è una pianta della famiglia delle Sterculiaceae che produce dei frutti di colore bruno al cui interno ci sono numerosi semi a forma di mandorla che, una volta essiccati al sole per 10-15 giorni, vengono poi mandati alla torrefazione. In base alla temperatura della tostatura si ricavano le polveri per fare il cioccolato (100°C) o il cacao in polvere (120°C). Ma tutto ciò a chi può interessare veramente? La sola cosa importante è che nella vita reale noi possiamo comunque gustarci una bella barretta di cioccolato oppure berci una squisita tazza di latte e cacao, magari con una montagna di panna montata sopra. A quel punto ci interessa davvero se il cacao viene dal Sud America, dall’Asia o dall’Africa?

Continua a leggere su balenaludens.it

Articoli su riviste:

Rivista Numero Anno Titolo articolo Pagina Autore Tipo articolo
Spielbox 2015/1 2015 A gang of four in the jungle 10 Conrad Christwart Recensione dettagliata
Spielbox 2015/1 2015 Tweaks and Variations : More chances of overbuilding 64 Conrad Christwart Varianti o modifiche
Plato 78 2015 Le fève du samedi soir 31 Graveleau Lionel Recensione dettagliata
WIN The Game Journal 479 2015 Minimalistic Meeples 2 Schatzl Harald Recensione dettagliata

Commento

CACAO è uno di quei giochi "maliziosamente" semplici che si iniziano in totale scioltezza e poi, piano piano, assorbono sempre più la nostra attenzione ed il nostro impegno. In effetti le primissime mosse sono abbastanza semplici perché la scelta sul dove posare una nuova tessera è praticamente immediata e resta solo da decidere "quale" tessera utilizzare.

A volte conviene quella con un solo lavoratore solo, in modo da avere qualche guadagno extra anche in seguito se altre tessere giungla le saranno affiancate, in altri casi è meglio quella con 2 o 3 lavoratori per "prenotare" subito un tempio oppure per avanzare rapidamente col portatore d'acqua.

Man mano che il territorio "esplorato" si allarga, crescono anche le possibilità di scelta ed allora bisogna cominciare a fare delle valutazioni più approfondite per arrivare a massimizzare i bonus, senza dimenticare né il controllo dei tempi, né il portatore d'acqua.

Avere la maggioranza di lavoratori su un tempio infatti assegna 6 PV, e poiché i templi sono 5 riuscire a controllarne 2 ed essere secondo in altri due significherebbe guadagnare 15-18 PV.

Arrivare a fine percorso con il portatore d'acqua assegna altri 16 PV, il che, in via ipotetica, ci farebbe arrivare ad un totale di 31-34 punti. Per fare gli stessi punti col commercio bisognerebbe produrre e vendere, mediamente, 10-12 frutti: possibile, facendo bene attenzione alle proprie mosse, ma non semplicissimo.

Infine ci sono i gettoni del "sole" che, una volta terminate le tessere Giungla della riserva, permettono di giocare le ultime tessere "lavoratori" sopra ad altre dello stesso colore: spesso questo è il modo migliore per fare percorrere le ultime caselle al portatore di acqua o per strappare ad un avversario un tempio, specialmente se si sono conservate per la fine le due tessere che hanno 3 lavoratori sullo stesso lato.

In ogni caso un gioco davvero divertente che trova facilmente il suo posto sulla tavola da gioco.

Commenti degli utenti


Si precisa che tutti i nomi di Ditte o Prodotti che vengono esposti in questo sito sono di proprietà delle rispettive aziende ed il fatto che vengano qui citati non intende infrangere alcun diritto dei detentori né violare alcun copyright.
Chiunque ritenesse di vantare dei diritti di immagine o di copyright e volesse farli valere è pregato di contattarci perché si possa provvedere alla rimozione dei documenti indicati.