Botanik (2021)
Giudizio complessivo:
Autore: Crittin Frank
Largey Grégoire
Pauchon Sébastien
Artista:
Editore: Space Cowboys
Asmodée
Numero giocatori: 2
Durata media: 20 minuti
Tipologia giocatori: Da 12 anni
Ambientazione: Costruire macchinari per la produzione di cibo.
Categoria: Astratto
Sviluppo-Ampliamento
Meccanica: Combinazioni-Allineamenti
Posare tessere-pedine-ecc.
Motore: Tessere
Componenti: Visualizza la lista dei componenti
Grafica: 7
Regolamento: 7
Gradimento: 7
Fortuna: 2
Difficoltà: 3
Valutazione BGG
Voto: 7.78
Votanti: 1.062
Classifica: #1438
Valutazione riviste
Ilsa: N.D.
Plato: A
Spielbox: N.D.
Win Magazine: N.D.

Descrizione

La scatolina di BOTANIK rivela un mini-tabellone da tenere fra i due giocatori, 67 tessere già tagliate ed impilate nell’apposito termoformato di plastica verde, 1 segnalino Primo Giocatore ed una medaglia di metallo da usare probabilmente solo per decidere a “testa o croce” chi inizia la partita (visto che non ci sono altre regole che la riguardano).

Il tabellone (chiamato Registro) mostra 5 caselle centrali (su ognuna delle quali va posata una tessera all’inizio del gioco) e due file di 5 caselle ai due lati, una per giocatore. Le tessere vanno impilate e se ne estraggono tre da esporre di fianco al tabellone per le prime scelte. Due speciali tessere “Sorgente” vengono posizionate ai due lati del tabellone, una per giocatore, e costituiscono la “base” per lo sviluppo della propria fabbrica di cibo.

Il giocatore di turno prende una delle tessere esposte e la piazza sul Registro, utilizzando una delle due possibilità previste:

  1. – La mette su una delle sue caselle rispettando una semplice regola: la tessera deve avere il colore o la forma in comune con quella che si trova adiacente nella fila al centro del Registro;
  2. – La mette sopra ad una qualsiasi delle caselle centrali, senza restrizioni: in tal caso però si guardano le due caselle adiacenti (quindi una per ogni giocatore) e se sono occupate da tessere che non hanno né colore né forma in comune esse vengono “espulse” (le regole dicono “rilasciate”) dal Registro per essere aggiunte alle fabbriche in costruzione.

Ogni tessera “rilasciata” deve essere posizionata adiacente ad un’altra, rispettando le adiacenze: se ci sono tubi devono essere agganciati a tubi già esistenti, se non ci sono tubi allora devono essere accostate a lati “liberi” di un’altra tessera. È importante ricordare che solo le tessere che possono essere collegate alla “Sorgente” verranno conteggiate a fine partita: tutte le altre saranno eliminate prima del conteggio (vedere sotto). Chi fa più punti vince.

Commento

Per capire come giocare a BOTANIK bisogna partire dalla fine, ovvero da come si conteggiano i Punti Vittoria (PV):

  1. – Ogni carta che fa parte di un gruppo di TRE o più adiacenti (e dello stesso colore) vale 1 PV;
  2. – Ogni fiore che appare su certe tessere vale 1 PV purché sia collegato “legalmente” alla Sorgente;
  3. – Ogni tessera “Frutta” o “Verdura” vale 3 PV, ma solo se è collegata ad una tessera del suo stesso colore che sia a sua volta collegata alla Sorgente. 

Da ciò si capisce come i giocatori fin dall’inizio debbano cercare una strategia di base e fare di tutto per seguirla: per esempio accaparrandosi il maggior numero di tessere di un colore per poi collegarle fra loro; oppure creare diversi rami della tubazione da “terminare” con una tessera Frutta o Verdura; oppure dare la caccia a i fiori come priorità, senza troppo badare ai colori. 

In ogni caso diventa indispensabile una buona gestione delle proprie cinque caselle di “sosta”: se l’occasione è invitante vale la pena di riempirle con tessere interessanti e poi cominciare a svuotarle per costruire la propria fabbrica, ma in generale sarebbe meglio “far girare” il più possibile le tessere e tenere così sempre qualche spazio di riserva. Fate attenzione a non prendere tessere inutili (se non quando sarete obbligati) perché poi farete fatica a piazzarle senza disturbare il vostro processo di fabbricazione.

Fondamentale poi è la gestione della posa al “centro” (quella che serve a liberare le tessere per le costruzioni): è ovvio che bisognerebbe usare solo tessere che sbloccano la vostra ma lasciano ferma quella dell’avversario (perché mai dovremmo regalargli qualcosa?) anche se non è sempre possibile. Inoltre, se potete scegliere, prendete (per il centro) le tessere che sarebbero molto utili all’altro, così non potrà più averle.

Detto ciò è evidente che le tessere più interessanti sono quelle a “T” (con un tubo su tre lati) che permettono di aumentare le adiacenze di colore pur lasciando sempre almeno due lati liberi: e se riuscite a catturare una frutta (o verdura) fate il possibile per attaccarla subito a una tessera dello stesso colore: sono 3 PV assicurati.

Trovi una descrizione più approfondita su balenaludens.it

Botanik in una citazione?
“Nei momenti di scoraggiamento dovremmo pensare agli alberi e ai fiori che hanno tanta serenità, sanno attendere la loro ora per nascere, crescere, sbocciare e per dare frutti in abbondanza.” – (Romano Battaglia) –

Non ha più molto tempo invece Beatrix Bury, la ricercatrice (immaginaria) di Botanik che potrebbe salvare la vita degli abitanti di Forharms, dove l’atmosfera inquinata dalla ruggine sta togliendo ogni tipo di riserva alimentare. La sua ultima invenzione permetterebbe invece di coltivare frutta e verdura in modo meccanico: a voi il compito di mettere in pratica i suoi studi creando il Macchinario migliore.

Botanik è infatti un gioco da tavolo per 2 giocatori, in Italia con Asmodee, che vi vedrà sfidarvi all’ultima tessera per creare il prototipo migliore.

Continua a leggere su balenaludens.it

Articoli su riviste:

Rivista Numero Anno Titolo articolo Pagina Autore Tipo articolo
Plato 136 2021 Un bon tuyau 10 Carvaillo Claire Esempio di gioco
Plato 136 2021 Manuel pour méca-Botanicien en Herbe 12 De Grimouard Bruno Consigli di Gioco
Io Gioco 22 2021 Per chi ha un pollice verde stellare 78 Silvi Daniele Recensione dettagliata
ILSA Magazine 62 2021 Prime Impressioni 16 Di Marco Mauro Recensione

Commenti degli utenti


Si precisa che tutti i nomi di Ditte o Prodotti che vengono esposti in questo sito sono di proprietà delle rispettive aziende ed il fatto che vengano qui citati non intende infrangere alcun diritto dei detentori né violare alcun copyright.
Chiunque ritenesse di vantare dei diritti di immagine o di copyright e volesse farli valere è pregato di contattarci perché si possa provvedere alla rimozione dei documenti indicati.