7 Wonders (2010)
Giudizio complessivo:
Grafica: 8
Regolamento: 8
Gradimento: 7
Fortuna: 3
Difficoltà: 3
Valutazione BBG
Voto: 7.79
Votanti: 67.393
Classifica: #45
Valutazione riviste
Ilsa: N.D.
Plato: N.D.
Spielbox: N.D.
Win Magazine: N.D.

Descrizione

7 WONDERS ha dato una decisa svolta ai giochi di Civilizzazione, rendendo possibile una partita completa in poco più di mezzora.

Ogni giocatore riceve una plancia personale che riproduce una "Meraviglia" dell'antichità (il Colosso di Rodi, il tempio di Olimpia, il tempio di Efeso, il faro di Alessandria, le piramidi di Giza, il tempio di Alicarnasso ed i giardini di Babilonia) sulla quale sono indicati, in alto a sinistra un materiale da costruzione o un prodotto finito di cui il giocatore avrà sempre la disponibilità, ed in basso i bonus che riceverà se riuscirà a "costruire" (in tre step) la sua meraviglia.

Sul tavolo ci sono tre mazzi, uno per ognuna delle tre Ere (fasi) della partita: si inizia con la "Era I" distribuendo a tutti (2-7 giocatori) 3 monete e 7 carte. I giocatori ne scelgono una, eseguono la corrispondente azione e passano le altre a sinistra o a destra, secondo l'era in corso, e così via finché non vengono giocate 6 carte (l'ultima si scarta).

Le carte mostrano materiali da costruzione, prodotti finiti, scudi militari, tecnologie, monete, ecc. e possono essere gratuite o a pagamento. Come già detto tutti scelgono una carta e la giocano coperta sul tavolo, poi scelgono come utilizzarla: mettendola nella propria riserva (pagandone il costo), oppure sotto la plancia per costruire uno step della meraviglia (pagandone naturalmente il costo), o infine scartandola per incassare 3 monete.

Il costo delle carte viene pagato in monete o in materiali, come indicato sulla carta stessa: i giocatori possono utilizzare i materiali già acquisiti (carte in riserva), quelli perenni della loro plancia o, se non ne hanno ancora abbastanza, quelli dei loro vicini di destra e di sinistra, pagando loro 2 monete. Alcune carte hanno un simbolo che permette al giocatore di acquisire gratis altre carte di quel tipo nelle ere successive.

A fine turno si risolvono eventuali conflitti fra giocatori vicini di posto: chi ha più "scudi militari" guadagna dei gettoni Punti Vittoria (variabili da 1 a 5 PV a seconda dell'Era in corso) e chi perde riceve un gettone penalità da "-1 PV". Poi si prende il mazzo successivo e si ripete tutto.

Nel mazzo della terza era non ci sono più materiali da costruzione ma vengono inserite delle carte "Gilda" che danno solitamente qualche bonus immediato e PV extra a fine partita se vengono soddisfatte certe condizioni.

Il gioco termina con la Terza era: si contano i PV accumulati (meraviglie, carte, militari, ecc.): chi ha il totale più alto vince  

Commento

7 WONDERS è un gioco rapido, facile da imparare e con molta interattività fra i partecipanti, ed in particolare con i due vicini di destra e sinistra.

Nelle prime due Ere è fondamentale riuscire a posare carte da costruzione o commerciali (che diano monete) cercando, ove possibile di prendere quelle con dei simboli che ci faranno ottenere gratis carte di quello stesso tipo nelle ere successive.

Essendo un'assegnazione di tipo "draft" potrà succedere che i giocatori si trovino a dover scegliere fra 2-3 carte di grande valore (per il loro gioco) sapendo che ne potranno tenere una soltanto. in questo caso è bene guardare cosa già possiede il nostro vicino (quello che riceverà la nostra mano) per evitare di fargli ... un favore, e scegliere di conseguenza magari una carta che a noi non sarebbe utile usandola però come costruzione della Meraviglia.

La scelta dovrà essere principalmente orientata su carte da impiegare nel proprio gioco o per costruire uno step della meraviglia. Ricordiamoci che la terza era non dà più materiali per le costruzioni ed arrivarci senza sufficienti risorse significa perdere sicuramente la partita.

Le carte "Scienza" (di colore verde) se ben giocate possono dare una buona dose di PV: ogni tris di queste carte, purché abbiano simboli diversi, assegna infatti 7 PV, mentre avere 1-2-3-4 simboli uguali assegna 1-4-9-16 PV. Pensateci se vi capita l'occasione opportuna.

È buona norma, soprattutto a partire dall'Era II, fare un po’ attenzione alle carte Militari dei vicini: perdere un conflitto penalizza il giocatore soltanto con un "-1 PV", ma vincerlo nell'Era III fa guadagnare 5 PV, quindi se i vicini cominciano ad accumulare carte Militari dovete decidere se perdere 2 PV a turno e concentrarvi in altri campi oppure se mantenere un buon esercito per vincere le guerre e fare più PV.

In definitiva un gioco per tutti, divertente e veloce. 

Trovi una descrizione più approfondita su balenaludens.it

Nel 2010, Antoine Bauza realizzò 7 WONDERS per i “colori” della ditta belga Repos Productions (gli uomini dal sombrero, per chi ha conosciuto i due titolari a qualche convention). Pur utilizzando una meccanica (draft) molto conosciuta, presto si impose come un innovativo gioco di civilizzazione semplice ed intuitivo.

Continua a leggere su balenaludens.it

Articoli su riviste:

Rivista Numero Anno Titolo articolo Pagina Autore Tipo articolo
Plato 49 2012 Carta omaggio : "Louis" 0 Gioco o inserto
Spielbox 2012/4 2012 Omaggio : Carta "Louis" 0 Gioco o inserto
ILSA Magazine 10 2011 Anteprima 7 Ligabue Andrea Recensione breve
Spielbox 2011/1 2011 Choose, pass on, die ! 40 Pelek Roman Recensione dettagliata
Spielbox 2011/3 2011 Omaggio : nuova carta Leader "Stevie" 0 Gioco o inserto
WIN The Game Journal 417 2010 Develop Civilization 4 Ligabue Andrea Recensione dettagliata
Plato 43 2012 Omaggio : la "Merveille Catane" 0 Gioco o inserto
Plato 34 2010 Chronicle d'un succès annoncé 22 Cadot Pascal Recensione dettagliata
Plato 34 2010 Bien débuter 24 Cadot Pascal Consigli di Gioco
WIN The Game Journal 459 2013 Hugo Kastner Recommends 33 Recensione breve
WIN The Game Journal 470 2014 4 Ligabue Andrea Recensione dettagliata

Commenti degli utenti


Si precisa che tutti i nomi di Ditte o Prodotti che vengono esposti in questo sito sono di proprietà delle rispettive aziende ed il fatto che vengano qui citati non intende infrangere alcun diritto dei detentori né violare alcun copyright.
Chiunque ritenesse di vantare dei diritti di immagine o di copyright e volesse farli valere è pregato di contattarci perché si possa provvedere alla rimozione dei documenti indicati.