18LIlliput (2018)
Giudizio complessivo:
Scatola

Questo gioco non fa parte della mia collezione, ma è elencato in questo sito perché è stato comunque provato o citato in riviste e libri già inseriti

Autore: Orgler Leonhard
Artista:
Editore: Fox in the Box
Numero giocatori: 1 - 4
Durata media: 120 minuti
Tipologia giocatori: Giocatori esperti:
Ambientazione: Costruzione e gestione di ferrovie a Lilliput
Categoria: Economia-Industria-Commercio
Sviluppo-Ampliamento
Meccanica: Commercio-Finanze-Borsa
Posare tessere-pedine-ecc.
Motore: Carte
Monete-Banconote
Grafica: 7
Regolamento: 7
Gradimento: 7
Fortuna: 0
Difficoltà: 4
Valutazione BBG
Voto: 7.56
Votanti: 314
Classifica: #2523
Valutazione riviste
Ilsa: N.D.
Plato: N.D.
Spielbox: N.D.
Win Magazine: N.D.

Descrizione

18LILLIPUT segue l’ormai consolidata tradizione, nel nostro piccolo universo ludico, di adattare un gioco di successo (nel nostro caso della “serie” 18xx) ad una versione con le carte (o con i dadi). Anticipo subito che in questo caso si tratta di un lavoro ben riuscito, grazie anche all’enorme esperienza in questo “ramo” del suo autore, un veterano della serie. 

Per chi conosce bene la serie 18xx non sarà difficile entrare nei meccanismi della versione “LILLIPUT”, anche se dovrà rinunciare ad alcune delle vecchie “abitudini”. Per prima cosa notiamo che non esiste un tabellone, ma sul tavolo viene semplicemente posata una carta “città” speciale (chiamata “Melidendo”) con quattro stazioni di testa (non collegate fra loro): ognuna di esse servirà come base di partenza per una delle quattro ferrovie gestite dai giocatori.

Sul tavolo vengono anche preparate le carte “binario” che raffigurano le ferrovie (gialle, verdi e marroni), i “treni” (2-3-4-5-3D-4D), cinque “personalità” e quattro set di “certificati azionari” per le quattro ferrovie iniziali: quello del Presidente rappresenta il 50% della Compagnia, ed altri tre che assegnano ciascuno il 10% del capitale (quindi, stranamente, il 20% rimanente non viene preso in considerazione).

In senso orario i giocatori, a turno scelgono una Compagnia ferroviaria oppure una carta Personaggio poi, in senso antiorario, devono effettuare una seconda scelta: chi aveva preferito la ferrovia deve prendere un personaggio e viceversa. I Personaggi hanno caratteristiche uniche che serviranno come bonus per il giocatore che li ha scelti.

Ogni Compagnia assegna il certificato del Presidente (50%) a chi l’ha scelta, sapendo che in questa versione non sarà mai possibile portare via una Compagnia agli avversari. Sarà invece possibile acquistare una seconda Compagnia (ce ne sono quattro di riserva) se e quando i giocatori avranno accumulato abbastanza denaro da poter mettere un PAR (valore iniziale delle azioni) di almeno 50 $.

Sul tavolo vengono infine posate 10 carte “Azione” (8 con 3 giocatori): al suo turno ognuno, in senso orario, ne sceglierà una ed eseguirà quanto da essa indicato. Dopo il primo giro se ne effettua un secondo, in senso antiorario e partendo dall’ultimo di turno. In questo modo si potranno eseguire DUE azioni distinte. Da notare infine che ognuna di esse permette DUE alternative e sta al giocatore scegliere quella che gli sembra più utile al momento.

Turno dopo turno i giocatori aggiungono carte “binario” alla loro linea inziale, creano dei bivi per allacciarsi alle ferrovie degli avversari per raggiungere stazioni sempre più remunerative e, come in ogni altro gioco della serie 18xx, acquistano locomotive sempre più potenti per farle “girare” e guadagnare denaro da dividere agli azionisti (per far salire il valore delle azioni) o da mettere nelle casse della Compagnia (facendo scendere il suo valore ma accumulando contante per i prossimi acquisti).

Anche in questa versione, come in tutta la serie 18xx, il denaro del giocatore deve restare sempre diviso da quello delle Compagnie da lui controllate.

La partita finisce dopo 8 rounds (9 in tre), sapendo che l’ultimo turno fa raddoppiare il valore dei dividendi: vince chi ha più denaro “personale mentre quello delle Compagnie non viene conteggiato. 

Articoli su riviste:

Rivista Numero Anno Titolo articolo Pagina Autore Tipo articolo
ILSA Magazine 53 2019 Prime impressioni 4 Ammendola Giuseppe Recensione breve

Commento

18LILLIPUT semplifica notevolmente la “tradizionale” parte finanziaria della serie 18xx ed è quindi un ottimo mezzo per introdurre nuovi giocatori a questo sistema di gioco, anche perché la durata di una partita non supera mai le due ore.

La decisione di assegnare il 50% delle azioni al Presidente (contro il normale 20% della serie) e di impedire che una Compagnia possa essere “scalata” da un avversario dà inoltre una certa stabilità al gioco e soprattutto permette anche ai giocatori meno esperti di fare la loro partita fino in fondo. Altra regola “calmieratrice” è quella che stabilisce che un giocatore può acquistare al massimo una seconda Compagnia e può accumulare un massimo di 5 certificati azionari.

L’unico vera “azione” per mettere un po’ i bastoni fra le ruote agli avversari resta quindi quella di “spezzare” la continuità di una linea ferroviaria acquistando una seconda Compagnia e costruendo una delle sue stazioni in una città intermedia, di fatto bloccando il passaggio (almeno provvisoriamente) al vecchio proprietario.

I Personaggi iniziali hanno dei bonus specifici:

  • L’Imperatore di Lilliput riceve un binario giallo con il disegno di un castello che gli fa guadagnare fin dall’inizio 50$ a viaggio anziché i 30$ che incassano gli altri arrivando in quella stazione. Inoltre può posare binari “Y” (sui quali sono previste città più remunerative) senza pagarne il costo (50$)
  • Il Generale riceve un binario giallo extra (col disegno di un cannone) e paga il 50% del costo per la posa delle stazioni successive.
  • L’Ammiraglio riceve una tessera “Porto” ed ha uno sconto del 10% sull’acquisto dei treni
  • Il Giudice riceve due binari gialli, ognuno dei quali ha città extra da 10$, e all’inizio di ogni turno incassa 5$ nel portafoglio personale o 20$ in quello della Compagnia.
  • Il Tesoriere riceve un binario marrone ma la sua carta può essere scambiato alla banca per una cifra pari al numero del round in corso moltiplicato per 10.

Le carte azione invece permettono di scegliere ognuna fra due opzioni:

  • Posare un binario qualsiasi/ Aggiungere 5$ al proprio conto
  • Posare uno o due binari gialli /Aggiungere 5$ al proprio conto
  • Posare un binario giallo ed uno verde/Piazzare un binario qualsiasi
  • Vendere una o più azioni ed acquistare un’azione/Posare un binario qualsiasi
  • Vendere una o più azioni ed acquistare un’azione/ Aggiungere 5$ al proprio conto
  • Vendere una o più azioni ed acquistare un’azione/ Aggiungere 10$ al proprio conto
  • Acquistare un treno/Piazzare un binario qualsiasi
  • Acquistare uno o due treni/ Aggiungere 5$ al proprio conto
  • Piazzare una stazione/ Aggiungere 5$ al proprio conto
  • Aggiungere 20$ al proprio conto/Aggiungere 50-70-100$ alla Compagnia

18LILLIPUT è, a mio avviso, un ottimo gioco da tavolo per giocatori abituali e può anche essere utilizzato per fare scoprire ad un pubblico più vasto la serie 18xx 

Commenti degli utenti


Si precisa che tutti i nomi di Ditte o Prodotti che vengono esposti in questo sito sono di proprietà delle rispettive aziende ed il fatto che vengano qui citati non intende infrangere alcun diritto dei detentori né violare alcun copyright.
Chiunque ritenesse di vantare dei diritti di immagine o di copyright e volesse farli valere è pregato di contattarci perché si possa provvedere alla rimozione dei documenti indicati.