Set & Match (2017)
Giudizio complessivo:
Autore: Latarse Philippe
Chatel Vincent
Artista: Chatel Vincent
Editore: Pretexte SaS
Numero giocatori: 2 - 4
Durata media: 30 minuti
Tipologia giocatori: Per tutti
Categoria: Sport
Meccanica: Colpo d'occhio
Motore: Abilità  manuale
Componenti: Visualizza la lista dei componenti
Grafica: 7
Regolamento: 7
Gradimento: 7
Fortuna: 0
Difficoltà: 3
Valutazione BBG
Voto: 0
Votanti: 0
Classifica: N.D.
Valutazione riviste
Ilsa: N.D.
Plato: A
Spielbox: N.D.
Win Magazine: N.D.

Descrizione

Purtroppo i titoli sportivi non sono attualmente fra i favoriti dei giocatori, salvo qualche eccezione che riguarda soprattutto le corse di auto, il ciclismo ed il calcio. Eppure ci sono dei giochi che spesso sono conosciuti solo da pochi ma che garantiscono un buon divertimento ed anche una simulazione abbastanza realistica, come questo SET & MATCH che ci viene presentato da una piccola ditta francese, Pretexte sas.

Il contenuto della scatola è piuttosto “spartano”: un robusto tabellone che raffigura il campo da tennis, due “palline” (costituite da dischetti di legno ai quali devono essere applicati due feltrini per migliorane il controllo), un segnalino per tener conto dell’efficacia dei tiri e 6 piolini per segnare il punteggio.

Le partite si giocano … in punta di dito: il giocatore al servizio colloca la palla nella sua metà campo, al di là della linea di fondo, e poi la lancia con un “cicchetto” dall’altra parte del campo, nella zona di battuta diagonalmente opposta. Ogni “pallina” ha un puntino nero al centro del dischetto che si utilizza per vedere in quale area del campo va a finire.

Se il tiro è fuori dall’area di battuta o se la pallina tocca la linea nera che rappresenta la rete divisoria il servizio è OUT ed il giocatore ha una seconda possibilità. Se il tiro è “buono” tocca all’avversario rimandare la pallina nell’area opposta, ed il gioco continua in questo modo finche uno dei due giocatori non sbaglia un tiro (fuori campo o in rete) o non ottiene un punteggio vincente

Come in una normale partita a tennis ogni giocatore continua ad effettuare il suo servizio (alternando le aree di battuta) fino al raggiungimento del “gioco” (game): a questo punto la battuta passa all’avversario e così di seguito fino a che uno dei due non arriva per primo a 3 “giochi” (ma è possibile imitare la realtà arrivando a 6, però prolungando il tempo della partita), aggiudicandosi così un “set”. Vince la partita chi arriva per primo a tre “set”, ottenendo così il “match”.

Si può giocare in due (considerando “fuori campo” i due corridoi laterali, come avviene nella realtà) oppure in quattro, alternandosi nei servizi e nel colpire la palla durante ogni game.

Commento

La cosa più interessante di SET & MATCH è la scelta di dividere il campo, oltre che nelle classiche zone del tennis (due aree di battuta a ridosso della rete divisoria, un’area di fondo campo e due corridoi laterali per il “doppio”) in 36 “aree” (18 per ogni metà) numerate da 0 a 3.

Il numero indica la difficoltà nell’inviare la palla in quell’area (le zone più grandi e più centrali valgono infatti “0” mentre quelle da “3” punti sono agli angoli del terreno di gioco) e serve a calcolare la validità dei colpi: quando la pallina si ferma in un’area (si utilizza il puntino nero al centro per decidere quale) il giocatore spinge verso l’avversario il segnalino dei “tiri” sull’apposito tracciato stampato di fianco al campo.

Se un giocatore raggiunge 3 punti si aggiudica il “punto” e sposta di conseguenza il corrispondente piolino nel tracciato dei punteggi secondo la classica sequenza: 15-30-40-gioco (game). Se i giocatori arrivano ad un punteggio di 40-40 il game si aggiudica ai “vantaggi” (bisogna fare due punti di seguito). Quando un giocatore arriva a tre “giochi” si aggiudica anche un “set”, mentre con tre set vince il “match”.

Da notare che ci sono anche quattro piccole aree in ogni metà campo denominate “ACE”: se il giocatore al servizio riesce a fare arrivare toccare con la pallina una delle righe che delimitano queste aree ottiene immediatamente un punto senza che l’avversario possa rispondere.

Un’altra interessante mossa è la volée: se un giocatore tira la palla da una delle aree laterali (marcate 2-1-1-2-3) e la fa arrivare in una delle aree del lato opposto riceve 1 punto in più di quelli indicati sul campo. Naturalmente questo tipo di risposta è piuttosto difficile e necessita di un buon allenamento.

SET & MATCH è un gioco davvero ottimo per esercitare il proprio colpo d’occhio e per imparare a calibrare il più esattamente possibile i propri “cicchetti”: il feltrino sotto ogni dischetto fa quel po’ di “attrito” sufficiente ad effettuare dei tiri piuttosto precisi. Consigliato non solo a chi ama il tennis.

Articoli su riviste:

Rivista Numero Anno Titolo articolo Pagina Autore Tipo articolo
Plato 116 2019 Tennischnettes 48 Gompertz Arnaud Recensione breve

Commenti degli utenti


Si precisa che tutti i nomi di Ditte o Prodotti che vengono esposti in questo sito sono di proprietà delle rispettive aziende ed il fatto che vengano qui citati non intende infrangere alcun diritto dei detentori né violare alcun copyright.
Chiunque ritenesse di vantare dei diritti di immagine o di copyright e volesse farli valere è pregato di contattarci perché si possa provvedere alla rimozione dei documenti indicati.