Caverna (2013)
Giudizio complessivo:
Autore: Rosenberg Uwe
Artista: Klemens Franz
Editore: Uplay.it edizioni
Lookout Games
Numero giocatori: 1 - 7
Durata media: 180 minuti
Tipologia giocatori: Giocatori esperti:
Ambientazione: Sviluppo caverne e fattoria per un popolo di nani
Categoria: Economia-Industria-Commercio
Sviluppo-Ampliamento
Meccanica: Piazzamento lavoratori
Motore: Uso di risorse varie, segnalini, pezzi speciali
Carte
Nomi alternativi: Cavern : The Cave farmers
Componenti: Visualizza la lista dei componenti
Grafica: 8
Regolamento: 8
Gradimento: 9
Fortuna: 1
Difficoltà: 6
Valutazione BBG
Voto: 8.08
Votanti: 23.157
Classifica: #22
Valutazione riviste
Ilsa: N.D.
Plato: N.D.
Spielbox: N.D.
Win Magazine: N.D.

Descrizione

CAVERNA, come si può immaginare già all’apertura della scatola, è nato ovviamente da una ... costola di AGRICOLA di cui prende i concetti di base (con qualche riferimento anche ad ORA et LABORA, tutti dello stesso autore).  

Ogni giocatore ha infatti la sua plancia personale, divisa equamente in una zona boschiva ed una di montagna: una grotta ai piedi della montagna serve da abitazione per una coppia di Nani i quali avranno il compito di tagliare gli alberi nel bosco, per creare campi fertili o pascoli per il loro bestiame, e scavare cunicoli e gallerie nel ventre della montagna per creare nuove grotte, da assegnare ai loro figli, o per realizzare delle miniere (minerali e rubini).

Ogni giocatore a turno piazza uno dei suoi nani sul tabellone per utilizzare una delle "azioni" fisse (sempre disponibili sul tabellone) o "variabili" (in base ad apposite carte che vengono scoperte all'inizio di ogni turno).  

Come in AGRICOLA la "posa" permette di eseguire un'azione (taglio del bosco per creare un campo, semina, scavo di una galleria, creazione di una grotta, nascita di un figlio, ecc.) o di incamerare delle risorse (legno, pietre, minerale, rubini, animali vari, ecc.) con cui pagare nuove costruzioni (staccionate per i pascoli, stalle, ecc.).

Al termine di alcuni turni (qui, rispetto ad AGRICOLA, l'operazione non è fissa) si effettua il "raccolto" (grano e/o ortaggi), nascono nuovi cuccioli al bestiame e si nutrono i nani (bisogna avere il cibo sufficiente o trasformare del bestiame in cibo).

Al termine dell'ultimo turno si effettua una valutazione simile a quella di AGRICOLA, conteggiando i punti in base agli animali allevati, al terreno "coperto" sul proprio tabellone, ecc.

Commento

Personalmente considero AGRICOLA uno dei più bei giochi della mia collezione anche se negli ultimi anni ho smesso di utilizzare le carte e gioco solo la versione "famiglia", molto più snella e soprattutto di durata inferiore.

Ebbene, CAVERNA, ma è sempre un'opinione personale, ha superato il progenitore fornendoci un gioco impegnativo ma, non utilizzando carte speciali, più snello e senza lo stress del cibo.

Per nutrire la famiglia a noi affidata infatti basta stare attenti ad avere sempre una scorta minima di cibo per i momenti ... difficili, ma raramente si resta senza perché la conversione di ortaggi ed animali in cibo è praticamente automatica (non c'è più bisogno di avere forni o cucine).

Il fatto poi che si possano "armare" i propri nani e mandarli a fare dei "raid" all'esterno per ottenere risorse extra aumenta la flessibilità del proprio gioco.

Prima di concentrarsi sull'allevamento del bestiame consiglio di costruire almeno un paio di miniere profonde e tre pascoli grandi, completi di casetta per il raddoppio della capacità: coprire tutte le caselle della propria plancia non è quindi una priorità assoluta mentre raccogliere qualche rubino extra permette di acquistare verso la fine i piccoli appezzamenti tappabuchi.

Come in AGRICOLA anche qui la cosa più interessante è un'attenta osservazione delle risorse disponibili presso i nostri avversari per cercare di prevenire le loro mosse andando ad occupare per primi le carte "azione" che ci interessano. 

Attenzione: i nostri test hanno effettivamente confermato quello che Uwe scrive sul regolamento e cioè che se un solo giocatore ha armato i nani, oppure se un solo giocatore NON ha armato i nani ... ebbene nella maggior parte dei casi la vittoria sarà sua, quindi …. occhio!  

Trovi una descrizione più approfondita su balenaludens.it

Quando ci si chiama Uwe Rosenberg, e si è famosi per giochi del calibro di Agricola e Le Havre (leggi la nostra recensione), non è facile mantenere le aspettative dei propri fan: Caverna, di cui parliamo oggi, è la più recente delle sue creature, ma nonostante ciò è anche una delle più apprezzate, se consideriamo che al momento in cui scrivo ottiene su BGG un punteggio medio di 8.41, a fronte dell’altissimo 8.17 di Agricola e dell’ottimo 8.02 di Le Havre. Un voto medio così elevato è veramente molto raro su BGG: sarà meritato? O effetto della fama consolidata del suo autore? Cercherò di darvi una risposta, ma prima qualche informazione generale: Caverna è un gioco di piazzamento manageriale/gestionale per 1-7 giocatori, edito in Italia da uPlay.it Edizioni in versione completamente e ottimamente localizzata; la scatola lo segnala come adatto dai 12 anni in su, indicando un tempo di gioco tipico di 2 ore.

Continua a leggere su balenaludens.it

Articoli su riviste:

Rivista Numero Anno Titolo articolo Pagina Autore Tipo articolo
ILSA Magazine 25 2013 Prime impressioni 12 Cambiaghi Fabio Recensione breve
WIN The Game Journal 463 2014 Dwarven agriculture and husbandry 6 Cremona Pietro (Leggi) Recensione dettagliata
Spielbox 2014/3 2014 Fat, heavy and filled to the Brim 12 Bartsch Udo Recensione dettagliata
Plato 72 2014 Vous reprendrez bien encore un peu de mineral ? 38 Doyen Olivier Recensione dettagliata

Commenti degli utenti


Si precisa che tutti i nomi di Ditte o Prodotti che vengono esposti in questo sito sono di proprietà delle rispettive aziende ed il fatto che vengano qui citati non intende infrangere alcun diritto dei detentori né violare alcun copyright.
Chiunque ritenesse di vantare dei diritti di immagine o di copyright e volesse farli valere è pregato di contattarci perché si possa provvedere alla rimozione dei documenti indicati.