Guilds (2017)
Giudizio complessivo:
Autore: Giove Christian
Artista: Musetti Federico
Editore: Giochi Uniti
Stratelibri
Numero giocatori: 2 - 4
Durata media: 90 minuti
Tipologia giocatori: Giocatori abituali
Ambientazione: Dare prestigio alla propria Gilda e costruire un lussuoso appartamento
Categoria: Carte Speciali
Meccanica: Posare tessere-pedine-ecc.
Combinazioni-Allineamenti
Motore: Aste
Monete-Banconote
Componenti: Visualizza la lista dei componenti
Grafica: 7
Regolamento: 7
Gradimento: 7
Fortuna: 3
Difficoltà: 3
Valutazione BBG
Voto: 7.38
Votanti: 56
Classifica: N.D.
Valutazione riviste
Ilsa: N.D.
Plato: N.D.
Spielbox: N.D.
Win Magazine: N.D.

Descrizione

I giocatori sono dei ricchi mercanti (o i capi di alcune Gilde in formazione, se preferite) e il loro compito è quello di fare entrare nella loro associazione influenti Personaggi che siano in grado anche di finanziarli per la costruzione di un lussuoso palazzo. In pratica ad ogni turno saranno disponibili sul tavolo, attorno ad un tabellone che riproduce la piazza centrale di un città medievale, una serie di carte "Personaggio" appartenenti ad uno dei sette "gruppi" dell'epoca (Nobili, Guerrieri, Maghi, Sacerdoti, Artigiani, "Ombre" o ... Animali). Ognuna di queste carte è contraddistinta non solo da un simbolo del suo Gruppo (o di due gruppi, in qualche caso) ma anche da una possibile rendita (in monete d'argento), dalla possibilità di offrire Punti Vittoria (PV) a fine partita e, in molti casi, da un'abilità speciale che può essere esercitata da chi ottiene la carta. I personaggi sono messi all'asta all'inizio di ogni turno ed i giocatori hanno a disposizione un certo numero di monete d'argento (10 di base per tutti, più quelle portate "in dote" dalle carte già acquisite). La piazza è divisa in 6 settori, all'interno dei quali ci sono quattro tende nei quattro colori dei giocatori: ogni settore riceve un personaggio (con meno di 4 partecipanti la distribuzione è un po' diversa). Al suo turno ogni giocatore deve posare 1 o più monete d'argento su una tenda del suo colore in DUE diversi settori della città, in corrispondenza delle carte che gli interessano. Se il settore è già occupato da un'offerta precedente bisogna mettere più monete. Il gioco prosegue in questo modo a rotazione ed ogni giocatore, al suo turno, ha tre possibilità: (a) aggiungere monete per restare maggioritario in 1-2 settori; (b) prendere possesso di una carta in un settore in cui è maggioritario in quel momento, rendendo alla banca la cifra pagata; (c) passare (con facoltà di rientrare in gioco al giro successivo). Terminata l'asta le monete d'argento possono essre scambiate in ORO al cambio di 5 per 1. Con le monete d'oro si possono acquistare delle tessere "stanza di edificio" da piazzare all'interno del proprio palazzo, facendo attenzione che le porte coincidano con le porte e che quindi sia possibile raggiungere tutte le stanze partendo dall'ingresso. La partita finisce dopo 6 turni ed i giocatori calcolano il loro punteggio sommando i PV dovuti ai personaggi acquisiti con quelli delle stanze con cui hanno arredato il palazzo e con i PV degli obiettivi raggiunti. 

Articolo su balenaludens.it

Le Gilde sono tornate di moda, pare, e dopo quelle di Londra (Guilds of London) ecco arrivare quelle di Anderis. Non avete mai sentito nominare questa città? In realtà l’unico Anderis che conosco è un vino bianco sardo, ma l’introduzione al gioco ci svela il mistero: Anderis è il vincitore della guerra dei 7 Regni e, in seguito, la sua posizione centrale in quel continente gli ha permesso di diventare rapidamente un regno ricco e fiorente. E come succedeva nel Medioevo, nelle ricche città del regno ora iniziano a sorgere le Gilde, per attirare nuovi adepti e generare ancor più ricchezza.

 

Continua a leggere su balenaludens.it

Articoli su riviste:

Rivista Numero Anno Titolo articolo Pagina Autore Tipo articolo
ILSA Magazine 45 2017 Prime impressioni 22 Di Marco Mauro Recensione breve
Io Gioco 00 2017 Costruisci la tua Gilda, assolda ... 72 Maltoni Francesco Recensione
Io Gioco 00 2017 Variante : Modalità a Squadre 0 Giove Christian Varianti o modifiche

Commento

Premetto che questo è uno dei classici giochi "per veri amici" perché le cattiverie ed i colpi gobbi si susseguono fin dal primo turno. Ad inizio partita vengono scoperte 5 carte "obiettivo" che daranno 5 PV a chi avrà la "maggioranza" in uno dei simboli esposti (e 3 PV al secondo): per esempio avere la maggioranza dei "Nani", oppure il maggior numero di carte "Guerriero", o il maggior numero di "animali", ecc. Ci sono anche obiettivi che richiedono una "minoranza": per esempio avere la rendita più bassa (dove con rendita si intende la paga base + tutti le monete d'argento extra garantite dai personaggi acquisiti). In ogni caso tutti gli obiettivi sono visibili fin dall'inizio della partita e quindi la "lotta" per accaparrarsi le carte più interessanti è sempre molto feroce. Il secondo modo di fare punti è quello di arredare il proprio palazzo con delle "stanze" (tessere quadrate e rettangolari disponibili in numero limitato ad inizio turno) che possono però essere acquistate solo con monete d'oro. Ci sono due soli modi per ottenere l'oro: (a) scambiare 5 monete d'argento dopo l'asta; (b) avere ingaggiato un personaggio che genera 1 moneta d'oro a turno (ce ne sono tre). E' chiaro che durante la fase d'asta i giocatori cercheranno di risparmiare monete d'argento per tenerne da parte almeno 5 da scambiare in oro, ed è altrettanto chiaro che i loro avversari faranno di tutto per fargliele spendere aumentando le aste. Tutte le monete d'argento rimaste in mano ai giocatori, così come le carte e le stanze non acquisite, a fine turno sono perse, quindi è necessario fare bene i propri conti. Le stanze costano da un minimo di 1 moneta d'oro (quelle più piccole) ad un massimo di 5 (le rettangolari): è ovvio che quelle di valore più alto daranno alla fine anche un numero maggiore di PV. Tuttavia non sempre l'inserimento di una nuova stanza è automatico o così facile perché i palòazzi sono formati da una griglia di 3x4 caselle quadrate e tutte le porte devono interfacciarsi con altre porte (ma quasi tutte le tessere sono diverse). A volte poi conviene non acquistare stanze in un turno per tenere in riserva le monete d'oro in modo da avere più "contante" nel turno successivo. Aggiungete che molte "abilità" dei personaggi sono state create per dare fastidio agli avversari (assassini che eliminano carte, ladri che rubano monete d'argento, personaggi che fanno perdere PV, ecc.) e capirete perché affermavo che si tratta di un gioco per veri amici !!!

Commenti degli utenti


Si precisa che tutti i nomi di Ditte o Prodotti che vengono esposti in questo sito sono di proprietà delle rispettive aziende ed il fatto che vengano qui citati non intende infrangere alcun diritto dei detentori né violare alcun copyright.
Chiunque ritenesse di vantare dei diritti di immagine o di copyright e volesse farli valere è pregato di contattarci perché si possa provvedere alla rimozione dei documenti indicati.