Flamme Rouge (2016)
Giudizio complessivo:
Autore: Harding Granerud Asger
Artista:
Editore: Lautapelit.Fi
Numero giocatori: 2 - 4
Durata media: 60 minuti
Tipologia giocatori: Per tutti
Ambientazione: Corse ciclistiche a tappe
Categoria: Sport
Meccanica: Corse
Motore: Carte
Componenti: Visualizza la lista dei componenti
Grafica: 8
Regolamento: 7
Gradimento: 7
Fortuna: 2
Difficoltà: 3
Valutazione BBG
Voto: 7.61
Votanti: 1.665
Classifica: #542
Valutazione riviste
Ilsa: N.D.
Plato: N.D.
Spielbox: B
Win Magazine: A

Descrizione

Flamme Rouge è un gioco di ciclismo basato sull'utilizzo di carte movimento. Prima della corsa viene costruito il tracciato della tappa, incastrando grandi tessere di cartone a forma di rettilineo e di curva: il gioco contiene già sei possibili circuiti, ma i giocatori possono poi sbizzarrirsi come vogliono, magari creando tappe di sola pianura, tutte in montagna o un misto dei due. I partecipanti hanno una squadra composta da due ciclisti: un passista ed un velocista. Ognuno di essi ha un mazzo personale di carte movimento il cui valore varia da 2 a 9 (per il velocista) e da 3 a 7 (per il passista). Ad ogni turno i giocatori pescano quattro carte da ogni mazzo, ne scelgono una e la posano coperta sulla plancia personale, in corrispondenza dell'immagine del relativo corridore. Poi le carte vengono svelate in contemporanea e si eseguono i movimenti, partendo sempre dalla testa del gruppo, spostando i corridori lungo le due corsie del percorso. E' possibile superare un corridore nella stessa corsia o cambiare corsia a piacere ma non ci possono essere due ciclisti nella stessa casella, quindi se la strada è bloccata dal gruppo e non si hanno abbastanza punti movimento per superarli tutti si è costretti a restare in coda. In montagna si avanza al massimo di 5 punti movimento, quindi carte più alte sarebbero penalizzate, ma in discesa il valore minimo delal velocità è "5", per cui anche le "scartine" (carte da "2 o da "3") vengono decisamente rivalutate. Alla fine di ogni turno i corridori che hanno davanti delle caselle libere si "stancano" più degli altri e vengono penalizzati aggiungendo al loro mazzo delle carte "penalità" che permettono un movimento di sole due caselle  che quindi "ingombrano" il mazzo riducendo le possibilità di scelta. Vince chi taglia per primo il traguardo o, in caso di volate, chi arriva più avanti.  

Articolo su balenaludens.it

Le “meccaniche” invece si sono evolute ed alcuni titoli sono diventate delle vere e proprie simulazioni come, ad esempio, Leader 1 della Ghenos (da noi recensito in questo articolo) mentre altri sono più “leggeri” ma non per questo meno divertenti da giocare (Breaking Away della Fiendish, Classiques du Cyclisme della Olpan, Um Reifenbreite della della Jumbo, Velomaster della Ludemonium, Corridori in fuga della Raven, ecc.). A questa folta schiera si aggiunge ora Flamme Rouge: questo soprannome (“Fiamma Rossa”) era utilizzato per identificare la bandiera di colore rosso usata per segnalare l’ultimo chilometro agli atleti del Tour de France. Il giornalista sportivo Gianni Mura, tra l’altro, ha voluto dare proprio questo titolo all’interessante libro che ha scritto sulla storia della famosa corsa a tappe francese. Flamme Rouge infatti è “vagamente” ambientato all’epoca “eroica” della Grande Boucle, tant’è vero che il Regolamento è stampato come fosse la prima pagina di un giornale dell’epoca ed è datato: Paris, Mercredi 6 Juillet 1932.

Continua a leggere su balenaludens.it

Articoli su riviste:

Rivista Numero Anno Titolo articolo Pagina Autore Tipo articolo
Spielbox 2016/6 2016 Spiel '16 - New Arrivals (Part 2) 41 Hardel Mathias News
Spielbox 2017/2 2017 At a Glance 59 Klein Christian Recensione breve
WIN The Game Journal 506 2017 Slipstream and working for a lead 5 Wawra Markus Recensione dettagliata

Commento

Un gioco semplice ma efficace e divertente, dove l'abilità nel corretto uso delle carte si mescola ad un po' di bluff, nel tentativo di spiazzare gli avversari. Nella fase iniziale della corsa tutti i giocatori utilizzeranno una strategia "prudente", giocando carte di valore basso (2-3-4) per cercare di restare nel gruppo senza sprecare le carte migliori: tra l'altro i distacchi di una sola casella vengono automaticamente annullati e fanno quindi guadagnare qualche spazio senza sforzo, grosso vantaggio per i velocisti che possono andare un po' "al traino" conservando le carte migliori. Stare sempre davanti o rimanere troppo distaccati costringe però i giocatori ad aggiungere al mazzo del corridore delle carte penalità che potrebbero rivelarsi un grosso handicap verso la fine, quando il mazzo sarà ridotto al minimo e le possibilità di scelta diventeranno fondamentali, quindi meglio cercare di restare nelle posizioni di rincalzo in testa al gruppo ed uscire allo scoperto solo verso la fine. Solitamente la gara viene guidata dai passisti, con un ritmo regolare che permette ai velocisti di giocare carte di valore basso (pur restando nel gruppo) per conservare quelle di valore più alto per l'ultima parte della tappa, prima dello sprint finale. Flamme Rouge è un buon gioco adatto a tutti, facile da spiegare e da mettere in pratica: la possibilità di comporre il proprio circuito come più piace, mescolando percorsi di montagna e di pianura, aggiunge poi un ulteriore elemento di variabilità che consente al gioco di avere una lunga vita ... operativa. Consigliato a tutti gli appasionati di ciclismo ed a chi vuole farsi una bella corsetta in meno di un'ora.

Commenti degli utenti


Si precisa che tutti i nomi di Ditte o Prodotti che vengono esposti in questo sito sono di proprietà delle rispettive aziende ed il fatto che vengano qui citati non intende infrangere alcun diritto dei detentori né violare alcun copyright.
Chiunque ritenesse di vantare dei diritti di immagine o di copyright e volesse farli valere è pregato di contattarci perché si possa provvedere alla rimozione dei documenti indicati.